Notizie Locali


SEZIONI
Catania 31°

Attualità

Pozzallo, sbarcati 378 migranti

Erano da tre giorni in mare. Il racconto delle torture subite in Libia

Di Redazione |

Si è concluso alle 7,30 di questa mattina lo sbarco di Pozzallo che ha visto protagonisti 378 migranti a bordo di un motopeschereccio che era stato soccorso ieri, nel tardo pomeriggio, a 40 miglia a Sud est di Portopalo. I mezzi navali arrivati sul posto, due motovedette della Guardia costiera e un pattugliatore della Guardia di finanza, hanno effettuato tre trasbordi prima dell’arrivo al porto di Pozzallo in differenti momenti.

I primi 95 migranti sono dunque arrivati a Pozzallo a bordo della motovedetta Cp 325. Poi altri 120 con la Cp 323, quindi un rimorchiatore ha tirato dietro il motopeschereccio con a bordo 73 persone e, alle fine, il pattugliatore della Guardia di Finanza ne ha portati altri 90, gli ultimi del gruppo. Sono una quarantina i minori mentre le nazionali di provenienza risultano essere Egitto, Bangladesh e Siria.

Le persone con disabilità sono due mentre numerosi migranti hanno raccontato una serie di torture patite in Libia. In ospedale per accertamenti un ragazzo che ha patito delle frustate alle piante dei piedi. Secondo i racconti fatti, i migranti si trovavano in mare da tre giorni, dopo essere partiti dal porto di Sirte, in Libia. I migranti sbarcati sono stati trasferiti all’hotspot di Pozzallo. Le operazioni sono state coordinate in banchina dal funzionario dell’ufficio Immigrazione della Questura, Filiberto Fracchiolla.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA