Notizie Locali


SEZIONI
Catania 35°

Attualità

Ragusa-Catania, sopralluogo del Pd nei cantieri: “Fiduciosi che entro settembre si possa arrivare al 25% dei lavori”

L'on. Dipasquale: "Abbiamo incontrato Anas e direzione dei lavori: le fasi preliminari sono state quasi tutte completate"

Di Redazione |

Sopralluogo questa mattina nei quattro lotti dell’autostrada Ragusa-Catania da parte degli onorevoli Nello Dipasquale e Anthony Barbagallo, rispettivamente membro della Commissione IV – Ambiente e Mobilità all’Ars e capogruppo del Partito Democratico in Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, accompagnati dall’ing. Luigi Mupo, responsabile per Anas dei Lavori sulla Rg-Ct.

“Il Partito Democratico, ormai da oltre un decennio – dichiara l’on. Dipasquale – è impegnato fattivamente perché l’autostrada si realizzi, insieme alle organizzazioni di categoria e ai sindacati, e al Pd appartiene la classe dirigente che, dopo cinquant’anni di proclami, è riuscita a far completare la progettazione, a far finanziare l’opera e far appaltare i lavori. Per questo motivo guardiamo con attenzione a ciò che accade sul tracciato. Da tempo, con l’on. Barbagallo, cercavamo di poter effettuare un sopralluogo e quello di oggi è servito per comprendere lo stato dell’arte. Abbiamo incontrato oggi l’Anas e la direzione dei lavori e abbiamo compreso che le fasi preliminari sono state quasi tutte completate, le aziende impegnate sul cantiere hanno le idee chiare e siamo fiduciosi che entro settembre si potrà arrivare intorno al 25% dei lavori”.

“Ringraziamo i vertici di Anas per la disponibilità a portarci nei cantieri – aggiunge l’on. Barbagallo, segretario regionale del Partito Democratico – perché avevamo necessità di vedere con i nostri occhi come si sta procedendo. Ad esempio, abbiamo avuto modo di accertare già la realizzazione di alcune opere di sistemazione dell’area di sedime e ascoltando i tecnici e la direzione dei lavori siamo fiduciosi che l’opera potrà rispettare i tempi previsti dai bandi. Naturalmente il Partito Democratico continuerà a essere presente, così come c’è stato per finanziare e promuovere l’opera – conclude – ora vigileremo sull’andamento dei lavori”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA