Notizie Locali


SEZIONI
Catania 32°

Attualità

Ragusa, lo sviluppo della filiera del carrubo: un convegno per fare il punto

Venerdì pomeriggio l'appuntamento sui sistemi innovativi nell'ambito del progetto "Go Carrubo"

Di Redazione |

Quali possono essere i sistemi innovativi per lo sviluppo della filiera del carrubo? E’ l’interrogativo che si cercherà di sciogliere durante il convegno promosso nell’ambito del progetto “Go Carrubo – In side car” in programma venerdì 10 maggio dalle 17 alle 20 nella sede dell’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Ragusa, in via Grazia Deledda 76. Il progetto, finanziato dal Psr Sicilia 2014/2022 ai sensi della Sottomisura 16.1 denominata “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del Pei in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura”, è finalizzato a valorizzare la coltivazione del carrubo, agendo su tutte le fasi della filiera, dal campo alla trasformazione del prodotto al reimpiego di scarti e residui sviluppati, ha previsto interventi in grado di apportare innovazioni in una filiera dalle molteplici potenzialità, oggi poco sfruttate.

Dopo i saluti istituzionali (sindaco di Ragusa Giuseppe Cassì; dirigente dell’ispettorato dell’Agricoltura di Ragusa, Giorgio Carpenzano; Giuseppe Dipietro, presidente dell’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Ragusa) vi sono in programma una serie di interventi. Il dottore agronomo libero professionista Giuseppe Cicero relazionerà sul tema “Il carrubo nell’areale ibleo”; il dottore agronomo Gaetano Alessandro Guarino, consulente ProSea Srl, partner del gruppo operativo Go Carrubo, parlerà de “Il progetto: sistemi innovativi per lo sviluppo della filiera del carrubo”; il dottore agronomo e imprenditore agricolo Giovanni Maltese, partner del gruppo operativo Go Carrubo, interverrà su “Prove di campo – esperienze dei partner”; il dottore agronomo Leandro Nigro, consulente Sata Srl, concentrerà la propria attenzione sulla “Adozione di procedure di controllo e certificazione”; e, ancora, il primo ricercatore dottore agronomo Antonio Giovino, responsabile scientifico Crea sede di Palermo, interverrà su “Caratterizzazione genetica e morfologica delle accessioni di carrubo siciliano (Ceratonia siliqua L.)” mentre il tecnologo alimentare dottore Luigi Gurrieri, consulente Pro.Se.A. Srl, partner del gruppo operativo Go Carrubo, interverrà su “Prove di trasformazioni e assaggi”. Capofila del progetto è Sicilian carob flour srl competente sulle prove di trasformazione, coadiuvato da altri 13 partner rappresentanti la filiera del progetto. Queste innovazioni, anche se riferite in un primo luogo alle aziende agricole dell’altopiano ibleo, possono rappresentare un valido modello per una loro replicazione su tutte le aree di coltivazione del carrubo.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA