Notizie locali
Pubblicità

Salute

Giuffrida: «Vaccini in sicurezza, obiettivo raggiunto»

Azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania: il bilancio del direttore generale sulla campagna anti-Covid 19 

Di Redazione

Quando, un anno fa, il 31 dicembre 2020, arrivava il primo carico di vaccini contro il Covid, maturava la speranza di un argine contro la pandemia. Allora l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania, destinataria come altre strutture dei primi flaconi Comirrnaty in distribuzione, aveva approntato il locale idoneo alla conservazione e un ambulatorio destinato alla somministrazione alla prima categoria target: il personale ospedaliero. Di lì a pochi giorni, sarebbe stato operativo il Centro Vaccinale che oggi ha raggiunto quota 62 mila dosi somministrate, comprese le prime alla fascia pediatrica: numeri che concorrono a tracciare un bilancio estremamente positivo.

Pubblicità

 


Realizzato in tempi record su input della direzione aziendale, grazie alla rimodulazione di spazi in precedenza a servizio delle attività riabilitative a loro volta riallocate, il Punto vaccinale ospedaliero si trova al piano -1 dell’edificio S e comprende tra l’altro 4 box per la somministrazione, una stanza per l’osservazione post-inoculazione, un ambiente adibito alla preparazione in assenza di rischi di contaminazione, ingresso accessibile anche con autoambulanza, presenza di medici anestesisti rianimatori nello stesso edificio (l’Utir al piano 2).
«Sin dall’apertura – spiega il dott. Salvatore Giuffrida, dg – gli spazi e l’organizzazione sono stati molto apprezzati dall’utenza. Secondo le indicazioni del Governatore Nello Musumeci e dell’assessore alla Salute Ruggero Razza, in osservanza delle direttive ministeriali, i locali sono stati modulati sulle esigenze del target della campagna vaccinale. La possibilità di accesso anche con ambulanza è utile in particolare per le somministrazioni ai soggetti fragili, mentre l’assistenza di anestesisti rianimatori è garanzia nei casi di persone con rischio allergico, inviate al nostro centro da altri punti vaccinali. Da ultimo, registriamo con favore l’adesione dei bambini della fascia d’età 5-11 anni, verso i quali gli ambienti sono stati appositamente adattati».
«La somministrazione in sicurezza dei vaccini alle varie categorie – conclude il dg – è stata fin dall’inizio la mission del nostro centro e l’andamento del 2021 consegna un bilancio molto soddisfacente: per questo ringrazio gli utenti che con spirito di collaborazione e senso civico hanno scelto la vaccinazione e che si invita a rispettare le prenotazioni al fine di massimizzare l’utilizzo delle dosi preparate. Un plauso al personale sanitario, ai tecnici, ai volontari e a tutti i collaboratori che hanno permesso di strutturare il centro e oggi consentono l’efficace svolgimento della campagna vaccinale».
(Nelle foto: sopra, il dg Salvatore Giuffrida e il ds Diana Cinà con la dott.ssa Agata La Rosa (responsabile Farmacia), il dott. Massimo De Natale (responsabile centro vaccinale), il dott. Francesco Di Pietro (responsabile vaccinazione pediatrica e Risk management in Pediatria), con personale del centro; accanto, Giuffrida e Cinà con l'assessore alla Salute Ruggero Razza in visita al punto vaccinale ospedaliero).

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: