Notizie locali
Pubblicità

Salute

Messina, intervento artroprotesi all'anca con donazione in vita

Il primo caso in Sicilia eseguito dall’equipe diretta dal Pietro Morrò, direttore dell’unità di Ortopedia, e da quella di Salvatore Leonardi, direttore della Terapia Intensiva

Di Redazione

Si è tenuto oggi all’ospedale Piemonte dell’Irccs Centro Neurolesi «Bonino Pulejo» di Messina il primo intervento in Sicilia di artroprotesi di anca con contestuale donazione della testa del femore da vivente. L'intervento è stato eseguito dall’equipe diretta dal Pietro Morrò, direttore dell’unità di Ortopedia, e da quella di Salvatore Leonardi, direttore della Terapia Intensiva. L'intervento con donazione, fortemente voluto dal direttore sanitario Giuseppe Rao e dal direttore amministrativo Felicita Crupi, è frutto della collaborazione tra l’IRCCS e la Fondazione Banca dei tessuti di Treviso onlus (Fbtv), con la quale l’IRCCS ha recentemente stipulato una convenzione di durata triennale per «la fornitura di tessuti omologhi» idonei al trapianto/innesto. «Prima di selezionare un potenziale donatore - spiega il d Morrò - facciamo una serie di controlli accurati e, nel caso di donatore vivente, dal quale possiamo avere anche notizie dirette, proponiamo anche un questionario per conoscere la storia clinica del paziente. Il tessuto prelevato, se idoneo, può essere utilizzato nell’ambito di altri interventi in cui serva un punto di sostegno e reintegro per la perdita di sostanza ossea. Una volta ricevuto il tessuto donato, la Banca dei tessuti procede ad effettuare ulteriori approfonditi esami di natura radiodiagnostica, ematochimica e sierologica. La donazione di organi e tessuti è un processo accurato e sicuro che può davvero salvare tante vite umane o migliorarne la qualità». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA