Notizie locali
Pubblicità

Salute

Policlinico, premiato “Clinihome” il sistema per interazione tra medico e paziente

 Sviluppata un’innovativa applicazione per smartphone che consentirà ai genitori dei piccoli pazienti dell’Oncoematologia pediatrica, di rimanere in contatto tempestivo con i medici del centro anche da casa

Di Redazione

Un’iniziativa che rivoluzionerà la comunicazione tra medico e paziente, realizzata dall’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico “G. Rodolico – San Marco”, è risultata vincitrice di un prestigioso premio nazionale, il Patients’ Digital Health Awards, messo in palio dalla Digital Health Academy con il supporto della Fondazione MSD. Si tratta del progetto “Clinihome” per il quale è stata sviluppata un’innovativa applicazione per smartphone, realizzata grazie ad un finanziamento dell'Assessorato regionale alla Salute retto da Ruggero Razza, con fondi PSN 2016. La nuova app consentirà ai genitori dei piccoli pazienti dell’Oncoematologia pediatrica dell’AOUP, di rimanere in contatto costante e tempestivo con i medici del centro anche da casa, e di  
ottenere risposte rassicuranti in maniera più semplice e rapida. Nelle intenzioni degli sviluppatori dell’azienda Agile che l’hanno creata, l’applicazione andrà oltre i sistemi più classici di messaggistica e chat, gestendo in modo ordinato e tracciato le esigenze di ciascun utente e permettendo alla struttura sanitaria di selezionare le emergenze dalle richieste meno urgenti. Tramite l’app si potrà rapidamente segnalare un problema clinico inatteso (terapie, nuovi sintomi etc) ma anche richiedere in tempo reale appuntamenti, certificati, referti, modificare un orario e inviare documenti. All’accettazione di un nuovo paziente il sistema invia alla email del genitore collegata alla cartella elettronica, il link per il download dell’app (comunque presente negli store ufficiali) e le credenziali di accesso.

Pubblicità

Obiettivo dell’iniziativa è consentire ai genitori dei piccoli pazienti, una volta a casa, di velocizzare il processo di ricerca del medico richiesto, evitando le attese telefoniche e le incomprensioni. “Si tratta di un passo avanti importante nel processo di miglioramento del rapporto tra medici e utenza che stiamo portando avanti con vigore nell’ottica dell’umanizzazione delle cure – sottolinea il direttore generale Gaetano Sirna-. In questo modo, con la tecnologia che ci supporta e ci viene incontro, possono essere evitati stress e attese e può essere creato un rapporto più sereno e rassicurante con la  
struttura di riferimento”. “Il bambino con patologia oncologica ed i suoi familiari – spiega la direttrice dell’UOC di Oncoematologia pediatrica Giovanna Russo- affrontano un lungo percorso di cure, gravato da complicanze fisiche, ma anche emotive. Pertanto, il rapporto immediato e continuo con i medici di riferimento è indispensabile per migliorare la loro qualità di vita, soprattutto durante i periodi di permanenza a casa, quando possono verificarsi problemi inattesi, le paure possono amplificarsi e i dubbi hanno necessità di risposte”. Attraverso un percorso guidato, il genitore seleziona il motivo del  
contatto e il sistema attribuisce uno specifico grado di urgenza. Il messaggio è consegnato allo smartphone dei medici associati alla patologia del paziente. Questi ultimi possono quindi valutare con immediatezza la criticità della richiesta, prenderla subito in carico, gestirla e/o coinvolgere altri medici nel dare le informazioni oggetto dell’istanza, senza lo stress dello squillo del telefono incontrollato e senza filtri, fonte di distrazione e dispendio di tempo.
L’applicazione, ancora in fase beta test, viene già rilasciata negli store ufficiali e sarà definitivamente messa a regime nel giro di poche settimane. I genitori che la stanno già utilizzando in prova, hanno interagito in maniera strutturata con il centro formulando svariate richieste. Il premio della quarta edizione del Patients’ Digital Health Awards, è stato assegnato a “Clinihome” da una giuria formata da 44 Associazioni di Pazienti che lo ha valutato come una delle soluzioni digitali, che meglio rispondono a dimensioni chiave citate nel PNNR e centrate sulle persone. Il progetto ha superato gli altri 42, presentati soprattutto da Aziende e Start up. L’AOUP di Catania riceverà un “grant” in denaro del valore di 4mila euro e un ticket per l’accesso gratuito ai video on-demand della conferenza Frontiers Health 2022.
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA