Notizie locali
Pubblicità

Salute

Preparazione di farmaci oncologi nell'ospedale di Ragusa

L'unità farmacia ospedaliera del «Giovanni Paolo II» garantisce la sicurezza del paziente dal rischio di errori in ragione del fatto che le dosi vengono allestite in farmacia in un ambiente dedicato e non in reparto

Di Redazione

L’ospedale «Giovanni Paolo II» di Ragusa con la ditta Baxter, aggiudicataria della gara, garantirà per cinque anni la fornitura per la somministrazione di sacche multi-dose multi-prelievo di farmaci chemioterapici. «Un obiettivo fondamentale per la realizzazione del Laboratorio unità farmaci antiblastici - si legge in una nota di Asp Ragusa - imposto anche dal notevole aumento delle prestazioni rese dall’unità di oncologia, guidata da Stefano Cordio, che nell’ultimo anno ha più che raddoppiato l’attività di assistenza. L’unità farmaci antiblastici è un laboratorio debitamente certificato, secondo quelle che sono le vigenti normative». 

Pubblicità

A gestire il servizio il direttore dell’unità farmacia ospedaliera Maria Rita Badagliacca. «Le unità farmaci antiblastici - prosegue la nota - rappresentano una realtà importante nello scenario dell’oncologia con un ruolo chiave - legato alla sempre maggiore complessità delle terapie antitumorali - e richiedono un’alta specializzazione e strutture adeguate e di personale specializzato alla loro manipolazione. L'unità garantisce la sicurezza del paziente dal rischio di errori in ragione del fatto che le dosi vengono allestite in farmacia in un ambiente dedicato e non in reparto. Le terapie sono più sicure perché preparate in ambiente senza contaminazione particellare. Inoltre, è garantita anche la sicurezza dell’operatore che di fatto manipola sostanze tossiche». 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: