Notizie locali
Pubblicità

Sicilians

A Pozzallo la Barberia 2.0 di Francesca e Stefany, l'idea nata durante il Covid

Le due ventenni, una siciliana, l'altra venezuelana, hanno aperto il negozio con la collaborazione dei rispettivi fidanzati

Di Franca Antoci

La Treccani liquida la definizione in due parole Barberia: bottega del barbiere. Facile. Ma il barbiere dei boss americani e siciliani, racconterebbe ben altra storia. Così come il barbiere del comune di Vittoria, e magari non solo quello, teatro degli accordi politici degli anni ‘80 e così via. Ma per guardare sotto casa e appena due anni fa, “Barberia” a Pozzallo diventa un crocevia di usi, costumi e razze. Protagoniste due donne: Francesca Mermina, 21 anni, italiana e Stefany Garcia, 27 anni, venezuelana. Venezuela, già, l’Eldorado italiano che ha vissuto la “diaspora del rientro” aggravata nella pandemia. Francesca cresce nella brezza marina di Pozzallo dove Stefany finisce per caso e si stacca da un padre colombiano e una mamma venezualana che gestiscono B&B a Santo Domingo. 

Pubblicità

Giovani e innamorate della vita e dei rispettivi fidanzati venezuelani Carlos e Franco. L’esplosione del Covid chiude tutti in casa. E in un’altalena di noia, depressione e cosa faremo del nostro futuro, il racconto delle esperienze territoriali punta sui mestieri: «In Venezuela il barbiere è una figura importante». «Qui affatto» sbadiglia Francesca. Appunto. Ed ecco l’idea: «E se aprissimo un Barber’shop per donne e uomini?» ovvero come trasformare il lockdown in una fucina di idee che nel giro di un anno segnerà la svolta. L’imprenditoria al femminile gode di agevolazioni che Francesca e Stefany richiedono e fortunatamente ottengono: affittano un locale e quando il mondo è fermo loro vanno a mille. Intrecciano le passioni latino americane con il vento del mare ibleo e, aiutate dall’entusiamo dei vent’anni e da due fidanzati che imbiancano pareti e curano i dettagli tecnici dagli specchi alle storiche poltrone delle antiche sale dei barbieri, recuperano il senso della tradizione e lo uniscono all’innovazione. A completare il quartetto arriva Pietro, 22 anni e una passione innata per barba e capelli. Appena la vita riparte Francesca e Stefany sono pronte: grandi vetrate inodano di luce la sala attrezzata di tutto punto compreso un fornitissimo angolo coffee&bar, musica latino americana in sottofondo e un ricco aperitivo di sapore italo-esotico per accogliere uomini, donne e bambini. Mancano i fidanzati: «Loro s’imbarcano sulle navi, ma ogni due mesi tornano». E la festa riparte da qui.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA