Notizie locali
Pubblicità

Sicilians

Come usare gli scarti del mercato di Ballarò, il progetto della palermitana Martina Derito vince il premio Vivere a spreco zero

Con "Amunì - dal mercato nascono i fiori" la ricercatrice ha proposto soluzioni per il reimpiego degli scarti organici e la riqualificazione dell’area

Di Redazione

Va al lavoro della ricercatrice palermitana Martina Derito che ha realizzato un progetto sullo scarto organico prodotto quotidianamente nel mercato di Ballarò a Palermo, con soluzioni per il reimpiego degli scarti organici e la riqualificazione dell’area, il Premio Speciale Vivere a Spreco Zero nella categoria Economia Circolare.

Pubblicità

Nel mercato nel cuore del centro storico di Palermo vengono prodotti ogni giorno circa 1200 kg di scarto organico, lasciati in strada dai commercianti per essere raccolti durante le ore notturne dagli operatori ecologici. Gli scarti risultano spesso contaminati da altre tipologie di rifiuti plastici, vetrosi e anche di origine animale, provenienti dalle macellerie e pescherie della zona. L’obiettivo del lavoro di Martina Derito è stato fornire una nuova soluzione per il reimpiego di questi scarti organici che attualmente vengono smaltiti in discarica, mettendone in evidenza le peculiarità ed i vantaggi per le persone e l’ambiente.

La cerimonia di premiazione è in programma a Bologna, venerdì 26 novembre dalle 16 a Palazzo D’Accursio, nella Sala Anziani, con diretta streaming sul canale youtube spreco zero. Insieme all’agroeconomista Andrea Segrè, fondatore della campagna Spreco Zero, interverranno il climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli e le Sottosegretarie al Ministero degli Affari Esteri Marina Sereni e al Ministero della Transizione Ecologica Vannia Gava.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA