Notizie locali
Pubblicità

Sicilians

Designland Sicilia, così il Made in Sicily sorpassa anche il Made in Italy

Un volume di 440 pagine curato da Luigi Patitucci spiega come l'Isola è diventata terra di progetti e innovazione

Di Redazione

La Sicilia terra di design. La lontana Sicilia, la periferica isola al centro del Mediterraneo, che diventa laboratorio internazionale dove si incontrano designer, artigiani e  aziende di tutto il pianeta per dare vita a progetti che possono cambiare il mondo. Di questo incredibile fiorire di idee  e produzioni parla nel suo ultimo libro il catanese Luigi Patitucci, artista, designer, storico e critico del design, che ha da pochi giorni pubblicato (per i tipi di Malcor D nella collana Proiezioni,) “Designland. Sicilia, stato d’eccitazione permanente”, un volume che è un attento e accattivante report su quanto fatto in Sicilia con il design dal 1850 a oggi.

Pubblicità

Un libro di quasi 400 pagine, faticoso ma anche necessario, per poter mettere in visione qual miracolo di gradimento che noi isolani, seppur in maggioranza inconsapevoli, stiamo vivendo da qualche decennio a questa parte. Necessario, proprio per poter avere in un supporto la possibilità di realizzare una panoramica esaustiva su quante energie, uniche e vitali, vengono messe in esercizio quotidiano nell’isola. Ovvero alla messa in visione di quanto esiste nell’ambito produttivo di eccellenza del design e dell’artigianato in Sicilia, di mirabolante, unico, straordinario e strepitoso.

Tra l’altro, questo patrimonio invidiabile (…soltanto l’Autore ha fondato 102 design lab dentro aziende siciliane!), riguarda proprio un panorama costituito da aziende che, seppur talvolta di piccole dimensioni, realizzano produzioni di eccellenza. Lo stesso, l’anno scorso ha fondato un Master in Product Design Integrato che si chiama “Designland. Italian Design Therapy e Geografia del benessere”, con ADI, presso Harim Accademia Euromediterranea di Gabriella Ferrera e Marella Ferrera, che ha lo scopo di accogliere allievi provenienti da ogni angolo del mondo a "vivere" l’Italian Way of Life, con le aree de Design, Moda, Salute, Ambiente e territorio. L’anno scorso ha accolto 12 docenti di università americane. Quest’anno altrettanto, ma con un nutrito gruppo di giovani allievi designer. (potete trovare il master su www.harim.it).

Patitucci ha fondato, e condotto, più di un centinaio di Design Lab per altrettante aziende produttrici e presso diversi enti pubblici, realizzando una efficace rete di relazioni di natura professionale, di ricerca e di sperimentazione, tra diverse aziende siciliane d’eccellenza ed il mondo delle giovani promesse del design contemporaneo, presenti in numerose Università italiane. È stato docente di Public Design, Service Design, Product Design, Materiali per il Design, Architettura degli Interni, Storia e Tecnica del Disegno Industriale, presso numerose Università aventi sede in ambito nazionale ed internazionale. Collabora intensamente con diverse riviste nel settore del Design, ed ha all’attivo numerose pubblicazioni, selezionate e promosse da istituzioni rappresentative della disciplina del Design, quali la Triennale di Milano, la Facoltà del Design del Politecnico di Milano, la Biennale di Venezia, l’ADI Design Museum del Compasso d’Oro, e molteplici altri enti, università e Scuole del Design in ambito mondiale.

Diploma in Arte Applicata con il massimo dei voti e una laurea in Ingegneria Civile, Luigi Patitucci opera nei campi del Design, dell’Architettura, del Teatro e della Comunicazione, occupandosi dei problemi connessi alla ricerca, alla didattica ed alla interazione tra diverse espressioni artistiche. È tra gli Ambassador dell’Italian Design per il Magazine Cieloterradesign, presso cui tiene una rubrica dal titolo “Banzai Design!”, della redazione di «Sicilia InForma/Sothern Identity», magazine sul design, del magazine «Surf-à-public», e di «OH! (I’M Ordinary Hero!)», di «Luogo in Comune» per il «Quotidiano di Sicilia», e del blog “U.design” per il quotidiano la Sicilia, che si occupano di promuovere e condurre iniziative nell’ambito applicativo del Public Design. È membro ADI Associazione per il Disegno Industriale e fa parte della Commissione Nazionale sull’HandMade in Italy, e dell’AISD Associazione Italiana Storici del Design. È autore e direttore del master in Product Design Integrato “Designland. Italian Design Therapy e Geografia del Benessere”, presso Harim Accademia Euromediterranea, e del format televisivo dizain.tv con Carmelo S. Sciuto ed MCA Group.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA