Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

“Marina e caserma dei vigili del fuoco pronte a maggio”...e non solo. Falcone a Siracusa fa il punto su 4 interventi infrastrutturali in corso

Di Massimiliano Torneo

“Dopo Pasqua”, che è tra due settimane, partono i lavori per la rimozione del vecchio e malandato viadotto di Targia, infrastruttura chiusa, perché pericolante, dal 2016 e sostituita da una bretella. Caserma dei vigili del fuoco in contrada Pizzuta: pronta. Verrà consegnata alla seconda decade di maggio. Ex albergo-scuola: eseguito il 15 percento dei lavori, la parte più difficile. “Adesso cominciano quelli più spediti”. Infine, la pavimentazione della Marina: è quasi pronta, sarà consegnata a metà maggio. L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone è stato stamattina a Siracusa per fare il punto sui principali investimenti infrastrutturali del governo Musumeci nel capoluogo aretuseo. La notizia più attesa era quella sul viadotto di Targia che collegava la città con la zona industriale a Nord del capoluogo: a giugno 2021 la decisione della giunta regionale di abbattere un rudere ingombrante, oramai chiuso da sei anni, con la prospettiva di programmarne la sostituzione (oggi il traffico è dirottato su una bretella prontamente ricavata dalla ex giunta comunale Garozzo). Poi a febbraio scorso l’avvio della gara. Oggi l’annuncio dell’assessore Falcone: “Dopo Pasqua partono i lavori: consegna, demolizione e inizio del’intervento. Si concluderanno in 120 giorni”. Altra infrastruttura attesa: la nuova caserma dei vigili del fuoco, con i lavori ripresi a giugno 2020. “È pronta – dice Falcone – Adesso mancano solo gli allacci di luce e gas, che saranno realizzati entro fine mese” Nella seconda decade di maggio sarà consegnata la struttura al comando provinciale dei vigili del fuoco, anche se Falcone aggiunge che la data esatta sarà annunciata dal governatore Nello Musumeci. E ancora ex albergo scuola. Per decenni simbolo di incompiuta e degrato, l’edificio realizzato negli Anni 80 e abbandonato nella zona della stazione, è entrato in un progetto di riqualificazione della Regione nell’area. Un appalto da dodici milioni di euro, con lavori partiti a dicembre 2020. “Da un immobile in abbandono da decenni, emblema di degrado e inefficienza, ricaveremo quasi quaranta moderni alloggi Iacp per le famiglie che ne avranno diritto”, erano state le parole del governatore all’avvio dei lavori. Stamattina lo stato dell’arte da parte dell’assessore Falcone: “A oggi è stato realizzato il 15 percento dei lavori totali. Quelli più complessi perché si è trattato di solai e fondazioni. Ora cominceranno le lavorazioni più semplici e perciò più spedite”. Infine l’opera più attesa dal punto di vista turistico. La ripavimentazione della passeggiata della Marina di Siracusa: “È quasi pronta – ha detto Falcone –A metà maggio terminiamo i lavori”. I lavori di riqualificazione erano cominciati a novembre, da completarsi entro 200 giorni, per l’importo di 1,2 milioni di euro. “Quattro impegni – ha concluso Falcone - che il governo Musumeci mantiene e porta avanti. Rendendo più fruibile la bellissima città di Siracusa”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA