Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

"Arancia meccanica" ad Augusta: sequestrano e picchiano un uomo per farsi dare i soldi

Arrestate tre persone, due uomini e una donna. La vittima è gravi condizioni per le lesioni interne e per wuna emorragia cerebrale

Di Redazione

Scene da arancia meccanica ad Augusta dove un uomo di 56 anni è stato sequestrato e picchiato selvaggiamente prima in casa e poi per strada. Tutto è accaduto nella notte tra sabato e domenica scorsa e i Carabinieri di Augusta hanno arrestato due uomini di 39 e 30 anni e una donna 38enne, compagna di uno dei due, per sequestro persona , estorsione e tentato omicidio.

Pubblicità

I tre arrestati, da tempo vessavano la vittima con continue richieste di soldi che l’uomo però non voleva e non poteva più soddisfare. All’ennesima richiesta di sabato sera ed al successivo rifiuto, i tre si sono recati a casa dell’uomo danneggiandogli l’arredamento e picchiandolo con un ombrello e delle sedie trovate sul posto. Poi lo hanno successivamente caricato in macchina e portato a casa della ex moglie, distruggendo anche questa abitazione perché pure la donna si era rifiutata di consegnar loro del denaro. La vicenda ha avuto ulteriore seguito per strada, in via Lavaggi, davanti ad un noto bar, dove solo grazie ad alcuni avventori che hanno chiamato i Carabinieri è stato evitato il peggio con i carabinieri che hanno arrestato gli aggressori. L’uomo, ricoverato in ospedale, versa in prognosi riservata ed in pericolo di vita per le lesioni interne e l’emorragia celebrale riportate. I tre aggressori sono stati arrestati e condotti presso le Case Circondariali di Siracusa - Cavadonna e di Messina - Gazzi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: