Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Badanti uccisi a Siracusa, chiesto l'ergastolo per Riccioli

La richiesta della Procura generale di Catania che ha avocato sé l'inchiesta dopo che per due volte i pm aretusei avevano chiesto l'archiviazione

Di Redazione

La Procura generale di Catania ha chiesto la condanna all’ergastolo per Giampiero Riccioli, 51 anni, accusato dell’omicidio di Alessandro Sabatino, 40 anni, e Luigi Cerreto, 23 anni nel processo che si svolge in corte d’Assise a Catania. Le due vittime, di Caserta, erano state assunte come badanti del padre di Riccioli.

Pubblicità

 

 

La procura generale aveva avocato l’inchiesta dopo che per due volte la procura siracusana aveva presentato richiesta di archiviazione. Dei due casertani si persero le tracce nel maggio del 2014: i loro corpi vennero rinvenuti nel febbraio 2021 nella villa di Riccioli, figlio dell’anziano che i due assistevano, in contrada Tivoli, ad una decina di chilometri da Siracusa.ù

 

 

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti Alessandro e Luigi vennero legati con delle fascette, fatti inginocchiare e uccisi con un colpo di pistola in testa. Una vera e propria esecuzione. Dopo il delitto vennero sepolti nel giardino della villa in un punto su cui poi venne realizzato un barbecue in muratura. Nel febbraio scorso Giampiero Riccioli è stato arrestato.

Secondo la Procura generale alla base del duplice omicidio sarebbero stati i contrasti tra le vittime ed il ristoratore, accusato dai badanti di maltrattamenti nei confronti del padre. Gli avvocati di Riccioli avevano chiesto l’infermità mentale del loro assistito, negata dal gip del Tribunale dopo la relazione di un consulente. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA