Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Incendio Ecomac Augusta sotto controllo. Ipotesi più accreditata: un fulmine. Indaga la Procura

Di Massimiliano Torneo

È sotto controllo l'incendio che da ieri pomeriggio sta interessando l'impianto Ecomac, azienda che smaltisce rifiuti plastici in contrada San Cusumano, alle porte di Augusta, nel Siracusano. L'enorme nube nera che si è sprigionata e che ha costretto i primi cittadini di Augusta, prima, e Siracusa in serata quando il vento è cambiato, a chiedere ai cittadini di restare in casa con porte e finestre chiuse, adesso e fumo grigio di minore entità. Sulla sua eventuale tossicità sta indagando Arpa Sicilia, attraverso i rilievi sulle quantità di sostanze nocive sprigionate. La Procura della Repubblica di Siracusa ha aperto un fascicolo e inviato già ieri uomini dei Nictas sul posto. Per il momento l'ipotesi più verosimile, riguardo alle cause, è quella di un fulmine che si sarebbe abbattuto sul capannone contenente gli avvallamenti di plastica da destinare al riciclo. Nelle operazioni di spegnimento, e tutt'ora, per la messa in sicurezza della struttura, sono impegnate squadre dei vigili del fuoco di Augusta, Lentini, e dalla centrale di Siracusa con rinforzi da Catania e il mezzo aeroportuale da Ragusa. Nessuna persona è rimasta coinvolta.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA