Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Pride e Pillon nello stesso giorno a Siracusa. Sabato prossimo i due eventi

Sabato 16 luglio, infatti, la città aretusea ospiterà contemporaneamente: il Siracusa predi e una conferenza con il senatore Simone Pillon dal titolo “Maschio e femmina li creò”. 

Di Redazione

A Siracusa non ci si annoia di sicuro quest’estate. Dopo la kermesse internazionale di Alta moda Dolce&Gabbana cominciata ieri e che finirà lunedì 11, un’altra giornata in particolare si preannuncia interessante. Sabato 16 luglio, infatti, la città aretusea ospiterà contemporaneamente: il Siracusa pride, con il colorato corteo della comunità lgbtqia+, e una conferenza con il senatore Simone Pillon dal titolo “Maschio e femmina li creò”.

Pubblicità

Proprio nello stesso giorno, allo stesso orario e a poche centinaia di metri di distanza, inizieranno le due manifestazioni. Alle 18 da piazza San Giovanni partirà il corteo del Siracusa Pride. “L’onda arcobaleno”, così come hanno annunciato gli organizzatori di Stonewall e Arcigay qualche giorno fa, attraverserà via San Sebastiano, viale Teocrito, corso Gelone, largo Calipari, via Agatocle, largo Gilippo, viale Armando Diaz per concludersi all’interno del parco del Foro Siracusano, ingresso lato Pantheon. Alla fine del corteo, “che avrà come madrine gli attivisti e cofondatori di Arcigay in Italia, Massimo Milani e Gino Campanella, coppia nella vita e nella lotta per i diritti di tutti – hanno scritto gli organizzatori in una nota - interverranno i rappresentanti delle associazioni e delle organizzazioni che compongono il coordinamento del Siracusa Pride 2022”. A seguire: “Rainbow Pride Party” con Dj set. Lo stesso giorno, dicevamo, alla stessa ora, ossia alle 18, nella sala convegni della Basilica Madonna delle lacrime, che si trova a poche centinaia di metri dal punto di partenza del Pride, si terrà la Conferenza dal titolo “Maschio e femmina li creò”, in cui il senatore pro-vita, Simone Pillon, “sottolineerà l’ importanza della famiglia naturale alla luce della Parola di Dio, quale modello della Sacra famiglia di Nazareth, centro propulsore di vita e di valori cristiani universali, da più di duemila anni”, hanno annunciato gli organizzatori. Che hanno aggiunto: “Difendere la famiglia naturale oggi ci spetta ed è un atto dovuto dinanzi le nuove generazioni, sempre più confuse e disorientate dalle derive ideologiche del relativismo ateo, perché come disse Suor Lucia di Fatima “verrà un momento in cui la battaglia decisiva tra il Regno di Cristo e Satana sarà sul matrimonio e sulla famiglia”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: