Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Rifiuti, due Centri mobili per rimediare alla chiusura del Ccr Targia. Il sindaco: “Accertare responsabilità”

Un Ccr mobile stazionerà tutti i giorni proprio davanti al Ccr chiuso e consentirà la pesatura (dietro presentazione della tessera sanitaria) e la raccolta di carta, cartone, plastica, vetro, ingombranti e piccoli e piccolissimi elettrodomestici

Di Massimiliano Torneo

L’amministrazione comunale di Siracusa trova il modo per sopperire, da domattina 1 aprile, alla chiusura del Centro comunale di raccolta di contrada Targia causata dal mancato rinnovo da parte degli uffici dell’Autorizzazione unica ambientale (Aua). Saranno attivi due centri di raccolta mobili di rifiuti differenziati in più. Un Ccr mobile stazionerà tutti i giorni proprio davanti al Ccr chiuso di Targia e consentirà la pesatura (dietro presentazione della tessera sanitaria) e la raccolta di carta, cartone, plastica, vetro, ingombranti e piccoli e piccolissimi elettrodomestici. Gli orari sono: da martedì a sabato, 8-20; lunedì, 14-20; domenica 8-14. Il secondo Ccr mobile, con le stesse caratteristiche, stazionerà nel centro storico di Ortigia, nella zona del parcheggio Talete, dalle 15,30 alle 21,30 tutti i giorni tranne la domenica.

Pubblicità

“Stiamo tentando in ogni modo – ha detto l’assessore all’Igiene urbana Andrea Buccheri – di dare continuità a un servizio che contribuisce in misura considerevole all’incremento della raccolta differenziata in città. Sempre più siracusani ricorrono ai centri comunali di raccolta fissi e mobili ed è importante metterli in condizione di non interrompere questa buona pratica.

Allo stesso tempo, siamo impegnati affinché il rilascio della nuova Aua avvenga nei tempi più veloci possibili”. Il sindaco Francesco Italia ha chiesto al segretario generale, Danila Costa, di avviare un accertamento interno per verificare ragioni e responsabilità dell’accaduto. Domani, primo aprile, sull’edizione cartacea de La Sicilia, pagine di Siracusa, altri dettagli in esclusiva sulle cause della chiusura del sito. Con dichiarazioni dall’ente per le autorizzazioni (la ex Provincia regionale) e del gestore del servizio Igiene urbana, Tekra. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: