Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Scatta Ztl nel centro storico di Ortigia

Di Redazione

Dalla prossima settimana Zona a traffico limitato in tutto il centro storico di Ortigia, a Siracusa. Lo hanno annunciato il sindaco, Francesco Italia, e l'assessore ai Trasporti e diritto alla Mobilità, Maura Fontana. 
 sperimentazione durerà fino al 15 ottobre. La chiusura al traffico di Ortigia, con le necessarie deroghe, scatterà alle 17,30 di tutti i giorni feriali; dal lunedì al venerdì si protrarrà fino alle 2 del giorno successivo. Nei sabati e nei prefestivi l'orario sarà allungato fino alle 7 dell'indomani. Nelle domeniche e festivi la Ztl scatterà alle 10 per cessare alle 2 del giorno dopo. 

Pubblicità


«Sono provvedimenti - ha detto il sindaco Italia - preceduti da un lungo lavoro preparatorio e, soprattutto, di condivisione con tutte le organizzazioni dei commercianti e degli artigiani. Adesso è il momento di migliorare il tentativo di valorizzare e migliorare il nostro delicato centro storico abbattendo il traffico, migliorando la fruizione e consentendo a e turisti di godere appieno della bellezza». 
 L'altra importante novità è il ritorno in attività del parcheggio di via Elorina (circa 400 stalli a un euro l'ora tra l'istituto agrario e il mercato ortofrutticolo) che diventa capolinea della nuova linea blu dell'Ast, un servizio di moderne navette che porta fino al centro storico in aggiunta alla linea rossa attiva da qualche settimana e che parte dal parcheggio Von Platen. I mezzi, cinque in tutto, faranno fermate anche in prossimità del parcheggio Molo e del parcheggio di piazza Adda gratuito, come tutti gli stalli blu lungo le strade, a partire dalle ore 20. In Ortigia, poi, è disponibile un'altra navetta in servizio lungo il periplo. "In questo modo - spiega l'assessore Fontana - pensiamo di intercettare l'intenso traffico in ingresso da sud. Il nostro è un tentativo di riordino di una Ztl atipica: la zona a traffico limitato corrisponderà esattamente al perimetro di Ortigia». (ANSA). 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: