Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Siracusa, prendono l'auto del pusher come "risarcimento" per una partita di droga non pagata

Quattro persone arrestate. La vittima era ai domiciliari ed ha subito una spedizione punitiva. La vicenda legata ad un "credito" di mille euro vantato dai balordi 

Di Redazione

Gli agenti della squadra mobile e dell’Ufficio volanti di Siracusa hanno arrestato quattro uomini con l’accusa di rapina aggravata in concorso.

Pubblicità

Si tratta di Mirko Rosapinta, 29 anni; Cristian Genova, 18 anni; Davide Cassia, 37 anni, e Antonio Aggraziato, 22. Questi ultimi due, già sottoposti alla misura dell’obbligo di dimora. I poliziotti, si sono recati a Città Giardino, alla periferia di Siracusa, per controllare un uomo agli arresti domiciliari e, in prossimità dell’abitazione hanno notato quattro uomini allontanarsi, a bordo di due auto. Gli agenti li hanno fermati ed una delle due auto era di proprietà della persona sottoposta agli arresti domiciliari.

Gli agenti sono entrati nell’abitazione di quest’ultimo, e lo hanno trovato con evidenti segni in volto di percosse. Secondo la polizia i quattro si erano recati nell’abitazione perché pretendevano un risarcimento per una partita di droga che era stata sequestrata dalle forze dell’ordine durante l’arresto dell’uomo lo scorso 22 ottobre. I quattro, secondo gli investigatori, al rifiuto dell’indagato di dar loro mille euro come corrispettivo della merce, per l'accusa, a lui affidata per lo spaccio, prima lo hanno preso a schiaffi e pugni, e poi si sarebbero fatti consegnare le chiavi della macchina come risarcimento del danno economico subito.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: