Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Fertilizzante "irregolari", sequestrati due impianti chimici a Melilli e Augusta

Dalle indagini del Nictas è emerso che i «rifiuti utilizzati per la produzione dell’ammendante (fanghi provenienti da impianti di depurazione) non erano adeguatamente trattati

Di Redazione
Pubblicità

La Procura di Siracusa ha emesso un decreto di sequestro preventivo di due impianti di produzione di ammendanti, prodotti utilizzati in agricoltura per migliorare le caratteristiche dei suoli, che si trovano ad Augusta ed a Melilli.

L' indagine, diretta dal sostituto Tommaso Pagano, e coordinata dal procuratore aggiunto Fabio Scavone e dal procuratore capo Sabrina Gambino, è scattata in seguito alle numerose segnalazioni di residenti di alcune zone di Siracusa, contrada Isola e contrada Cavadonna, e di diverse associazioni di categoria, in merito a «fastidiose esalazioni nauseabonde e presenza massiccia di mosche nelle zona limitrofe ad alcune aziende agricole» che utilizzavano l’ammendante prodotto dai due impianti sequestrati.

Dalle indagini del Nictas è emerso che i «rifiuti utilizzati per la produzione dell’ammendante, quali ad esempio fanghi provenienti da impianti di depurazione di reflui civili urbani e fanghi provenienti da industrie agroalimentari, non adeguatamente trattati, conservavano la condizione di rifiuto sicché il prodotto finale (ammendante) non presentava le caratteristiche qualitative imposte dalla legge».
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità