Notizie locali
Pubblicità

Società

Dopo mezzo secolo Savoca resta grata a "Il Padrino": «Famosi grazie a quel film»

 Il film, diretto dal regista Francis Ford Coppola, ha regalato al comune del Messinese una notorietà che ancora attrae molti turisti. Per festeggiare la ricorrenza sono previsti molti eventi

Di Saro Laganà

Era il mese di marzo di mezzo secolo fa quando “Il Padrino”, girato in buona parte a Savoca, veniva proiettato in anteprima mondiale a New York. Il film, diretto dal regista Francis Ford Coppola, è considerato uno dei più grandi capolavori del cinema. La pellicola, ispirata dal libro “The Godfather” di Mario Puzo, ebbe un successo clamoroso di critica e di pubblico: vinse 3 Oscar, consacrò Marlon Brando e lanciò Al Pacino.

Pubblicità

 

 

Per festeggiare la ricorrenza e anche per dare una spinta al turismo, quest’anno, nel borgo verranno organizzati alcuni eventi. In alcune serate estive verrà anche proiettato il film su un maxischermo nella zona della Chiesa S. Nicolò, dove venne girata la famosa scena del matrimonio tra Michael Corleone (interpretato da Al Pacino) e Apollonia Vitelli (Simonetta Stefanelli). «Grazie alla Paramount  e al film Il Padrino - sottolinea Giulio Motta, proprietario del bar Vitelli - Savoca è stato scoperto da tanti visitatori anche per l’aspetto monumentale e storico. Questo straordinario paesino si presta a un passaggio di culture differenti che aumentano il valore anche da un punto di vista architettonico. Il bar Vitelli è attrattivo e ricorda agli stranieri lo stereotipo della sicilianità. In un primo momento viene accettato e riconosciuto in quella maniera, ma successivamente il visitatore riconosce più la gentilezza e la cordialità tipiche del siciliano. A causa dell’emergenza sanitaria, in questi ultimi due anni il turismo dalle nostre parti è calato notevolmente. Ma grazie al film a mezzo secolo dall’uscita nelle sale cinematografiche, grazie all’Amministrazione comunale che si sta spendendo per organizzare qualcosa di importante e grazie anche alle imprese locali, le previsioni sono rosee. Nel mese di febbraio e in questa prima parte di marzo abbiamo già visto qui a Savoca tanti stranieri, tra cui parecchi americani. Siamo fiduciosi per l’estate, anche perché l’Amministrazione lavorando per festeggiare questa ricorrenza, che richiamerà i turisti».

 

 

«Sono fiducioso - afferma l’albergatore Vittorio Moschella - e sono sicuro che sarà una bella stagione, nonostante il periodo storico un po’ incerto a causa di tutto quello che sta succedendo. Quest’anno per Savoca è una ricorrenza storica e la celebreremo alla grande».

 

 

«Dopo due anni di magra - spiega Francesca Nicita, che insieme al fratello Riccardo gestisce un negozio di souvenir - nella stagione che sta per iniziare ci aspettiamo qualcosa di buono. Da fine marzo torneranno i crocieristi. Sappiamo che verranno tanti americani, da sempre attratti dal nostro paesino proprio perché set del capolavoro di Coppola». «Dai tour operator - dice Riccardo Nicita - abbiamo saputo che quest’anno ci sarà un aumento del 50% di stranieri. Soprattutto gli americani acquistano t-shirt, cappelli e gadget con l’immagine de Il Padrino».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: