Notizie Locali


SEZIONI
Catania 31°

Catania

Premio Lympha-Raffaella Mandarano, presentato il bando per aspiranti imprenditrici

Raffaella Mandarano era una donna di riconosciuta capacità e sensibilità ambientale e sociale, e durante la sua carriera ha portato avanti iniziative culturali e tecnologiche di alto livello

Di Redazione |

Parte da Catania la prima edizione del premio internazionale «Lympha, Raffaella Mandarano» per l’impresa femminile giovane, destinato alle aspiranti imprenditrici dall’età compresa tra i 18 e i 30 anni, in ricordo della manager scomparsa prematuramente lo scorso gennaio. Raffaella Mandarano era una donna di riconosciuta capacità e sensibilità ambientale e sociale, e durante la sua carriera ha portato avanti iniziative culturali e tecnologiche di alto livello. Chi vincerà il premio Lympha, presentato a Palazzo della Cultura, si assicurerà un percorso completo e d’eccellenza per creare la propria attività, per un valore di circa 5 mila euro. Il nome del premio richiama la dea delle fonti e dell’acqua alla quale nell’antichità ci si rivolgeva per mantenere la preziosissima risorsa idrica e preservare l’agricoltura.

Raffaella Mandarano

Il premio prevede un percorso, della durata di quattro mesi, di incubazione-accelerazione personalizzato sulle esigenze della vincitrice da attivare in presenza in Sicilia o in Calabria, usufruendo di spazi in coworking, oppure parzialmente o totalmente on line. La partecipazione è gratuita e sia il form d’iscrizione che il bando con scadenza 14 luglio, è accessibile al sito www.associazionemandarano.orgLa cerimonia di premiazione si svolgerà a Catania il 3 ottobre 2024. A insindacabile decisione della giuria potrà essere assegnato un premio speciale al progetto più in linea con le idee di Raffaella Mandarano. Le idee imprenditoriali che potranno concorrere riguarderanno temi urgenti e a lei cari sin dai tempi della sua laurea in Ingegneria idraulica, e cioè i cambiamenti climatici e la tutela delle risorse idriche e ambientali, le energie rinnovabili, il digitale e l’ intelligenza artificiale, la ricerca scientifica e la prevenzione medica, gli impatti sociali.

«Raffaella – ha detto Giuseppe Patti, marito di Mandarano e managing director di Proteo control technologies – era certa che le donne possano raggiungere risultati di grande rilievo con fermezza, preparazione e un alto valore etico e creativo. Non esiste gap che non possa essere colmato. Ecco perché questo premio è pensato per le giovani. Ci aspettiamo adesioni da ogni parte d’Italia, e perché no, anche dall’estero, visto che il bando sarà veicolato anche a San Francisco attraverso Innovit».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA