Notizie locali
Pubblicità

Anniversario

La storia in 77 anni del quotidiano LA SICILIA

Di Redazione

La nostra vita è dominata dagli algoritmi e accompagnata dall’intelligenza artificiale, che ci hanno fatto sognare mondi nuovi. Ma il tempo di paura e disagio che stiamo vivendo a causa di un virus ci ricorda che possiamo trovare la forza di resistere ai pericoli e di sperare nel futuro solo se siamo consapevoli delle nostre radici.

Pubblicità

Dal 1945 in poi l’Italia ha vissuto, con sacrifici enormi dei suoi cittadini, gli anni della grande ricostruzione civile, sociale e materiale del Paese. Questo cammino non è stato sempre lineare, ci sono stati alti e bassi, ma mai ha avuto l'ultima parola la tentazione di arrendersi. Così l’Italia è uscita dalla miseria, assistendo al boom economico; ha sperimentato, con la nascita della televisione, una nuova mentalità improntata al consumismo. Ha vissuto gli anni amari e tragici del terrorismo, riuscendo però a superare la cultura dell’odio e ritrovando nuova coesione sociale. Poi, in epoca recente, ha sperimentato i momenti della nuova crisi: prima quella economica, poi quella sanitaria e sociale. E, dentro la Grande Storia, il nostro Paese ha registrato tante piccole storie quotidiane che ne hanno puntellato la vita. Come quelle dei numerosi piccoli eroi quotidiani, presto dimenticati: vedi i giovani volontari accorsi a Firenze per l’alluvione del 1966, o i volontari del terremoto del Belice del 1968, e, in questi mesi, i medici, gli infermieri, gli insegnanti, i volontari che si sono presi cura dei più fragili maggiormente esposti agli effetti del Covid e della crisi sociale. Ma ha conosciuto anche le storie di tanti seminatori di odio, violenza e morte, come “i mostri” che hanno popolato la cronaca nera, i boss della mafia stragista o i terroristi degli anni Settanta.

Questa Grande e Piccola Storia non sempre riusciamo a leggerla sui libri. Spesso è troppo vicina a noi perché possa entrare nei manuali su cui studiano le nuove generazioni. Eppure oggi abbiamo, grazie alla tecnologia, un’opportunità straordinaria: con un semplice clic possiamo far riemergere dall’oblio episodi dimenticati del nostro passato o scoprire come i contemporanei li hanno vissuti o raccontati.

La digitalizzazione dell’Archivio Storico del quotidiano “La Sicilia” permette questo piccolo miracolo: ci consente di accedere a 75 anni di storia contemporanea attraverso il racconto delle firme del giornale, a volte note al grande pubblico (come, per citarne alcune, Candido Cannavò, Nino Milazzo, Livio Messina, Alfio Russo, Renzo Di Stefano, Giuseppe Fava, Tony Zermo, Domenico Tempio) a volte assurte alla notorietà solo per uno scoop, come Enzo Asciolla.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: