Notizie locali
Pubblicità

Medicina

Rinofiller, nuovo trend: consente di uniformare il profilo nasale senza dover ricorrere al bisturi come in una rinoplastica classica

Di Redazione

Tra i principali trend della medicina estetica c’è il rinofiller, una tecnica che consente di modellare il naso secondo le proprie preferenze senza chirurgia. Si effettuano piccole iniezioni di acido ialuronico che plasmano il naso in modo non chirurgico.
L’obiettivo è eliminare quella specie di gobba del naso modificandone l’angolo rispetto alla fronte e sollevandone la punta, rendendo così il profilo più dolce ed aggraziato. Tale tecnica non ha la presunzione di modificare la struttura e la conformazione del naso, esigenza che può essere risolta solo con il ricorso all’intervento chirurgico. La rinoplastica ha l’obiettivo principale di ridurre le dimensioni del naso ed armonizzarlo con tutto il resto del viso da un punto di vista estetico. Laddove l’intervento è finalizzato anche a risolvere un difetto di respirazione, bisogna ricorrere alla rinosettoplastica.
Sono previste due tecniche: chiusa e aperta. Nella tecnica di rinoplastica chiusa si effettuano solo incisioni interne alle narici per accedere alle strutture anatomiche da modificare. In tal caso l’intervento è meno invasivo.
 La tecnica di rinoplastica aperta invece prevede un accesso alla columella, che causa un piccolissimo esito cicatriziale.
 Il rinofiller, le cui richieste sono esplose negli ultimi 3-4 anni, è un trattamento di medicina estetica che consente di uniformare il profilo nasale senza dover ricorrere all’utilizzo del bisturi come in una rinoplastica classica.
La procedura consiste in micro-infiltrazioni di sostanze riempitive (acido ialuronico) iniettate nella sottocute del naso che verranno riassorbiti dalla pelle con il passare del tempo in quanto biocompatibili. Le iniezioni di filler vengono effettuate in zone specifiche del naso a seconda del difetto che si vuole andare a correggere . Si può agire sul dorso per rendere una gobba un pò meno evidente , si può agire alla radice del naso, iniettando l’acido ialuronico tra le narici.
ll rinofiller non è però una tecnica adatta a tutti i difetti estetici.
È sconsigliata ad esempio nel caso di un naso di grandi dimensioni, perché riempiendo gli avvallamenti si incrementano le dimensioni del naso.
Si tratta sicuramente di un trattamento estremamente valido ed indicato in pazienti con piccole asimmetrie e deformità della piramide nasale che non sono disposte a ricorrere alla chirurgia ma non può sostituirsi ad un vero e proprio intervento chirurgico in quanto non risolve problematiche più serie, come ad esempio un setto nasale deviato oppure ipertrofia dei turbinati.
a procedura ha una durata di circa 30 minuti .

Pubblicità

Non è prevista nessuna anestesia ma generalmente, per ridurre il fastidio si applica sulla cute del naso una crema anestetica. il risultato è visibile immediatamente e non viene effettuata alcuna medicazione. In questo modo è possibile tornare subito ai propri impegni quotidiani anche se nelle primissime ore il naso può apparire leggermente gonfio soprattutto nell’area in cui è stato applicato il filler. Si tratta però di un effetto temporaneo che andrà a scomparire con il passare delle ore.
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: