Notizie locali
Pubblicità

Speciali

«Verde Speranza», con La Sicilia in edicola il tradizionale inserto di fine anno

Si parla di transizione energetica e quindi di tutela dell’ambiente, di capacità progettuale per sfruttare i fondi del PNRR, del valore aggiunto della scienza ribadito dalla tragedia della pandemia, della forza della cultura e della bellezza con firme di prim'ordine.

Di Redazione

In edicola con La Sicilia del 31 dicembre il tradizionale inserto di fine anno che, anche quest’anno, avrà firme di prim’ordine nel panorama dell’economia, della cultura e della politica e dello sport del nostro Paese. Si parla di transizione energetica e quindi di tutela dell’ambiente, di capacità progettuale per sfruttare i fondi del PNRR, del valore aggiunto della scienza ribadito dalla tragedia della pandemia, della forza della cultura e della bellezza. Ma la costruzione di un nuovo mondo possibile non può prescindere dai pilastri della legalità, dalla lotta alle troppe diseguaglianze. Un cantiere aperto per traghettarci verso un futuro diverso. Anche per la Sicilia. Di prim’ordine del firme: Lello Analfino, Alberto Angela, Andrea Bartoli, Roberta Billitteri, Michael Christopher Brown, Susanna Camusso, Gian Carlo Caselli, Cristina Cassar Scalia, Jean-Marc Chery, Claudio Descalzi, Maria Falcone, Alberto Mantovani, Dacia Maraini, Antonella Palmisano, Ettore Prandini, Alberto Quadrio Curzio, Nello Scavo, Andrea Sciascia e Luciano Violante.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA