Notizie Locali


SEZIONI
Catania 34°

Siracusa

Al Teatro greco di Siracusa il successo di Horai con Eleonora Abbagnato

Una vera e propria ovazione e applausi a scena aperta per lo spettacolo diretto da Giuliano Peparini che ha debuttato ieri sera

Di Redazione |

Per Horai. Le quattro stagioni una vera e propria ovazione e applausi a scena aperta. Lo spettacolo diretto da Giuliano Peparini che ha debuttato ieri sera al Teatro greco di Siracusa ed è andato in scena anche questa sera, alle 20,30. I quadri creati dal regista, coreografo e direttore artistico di fama internazionale, hanno raccontato le stagioni dell’amore e le emozioni che superano i luoghi e il tempo attraverso le coreografie create da Peparini, le musiche di Vivaldi e Scarlatti, i brani di musica contemporanea e i versi dei classici della lirica greca e latina scelti da Francesco Morosi.

Abbagnato, prima italiana étoile dell’Opéra di Parigi

A incantare il pubblico, Eleonora Abbagnato, prima italiana a ricoprire il ruolo di étoile dell’Opéra di Parigi, direttrice del Corpo di Ballo e della Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma, per la prima volta sul palco del Teatro greco di Siracusa. La grazia e la forza espressiva di Eleonora Abbagnato, che si è esibita indossando abiti realizzati da Dior, hanno conquistato gli spettatori, tra i quali anche il marito, l’ex calciatore Federico Balzaretti.

Il cast al completo

Grandi applausi del pubblico del Teatro greco di Siracusa anche per Michele Satriano, primo ballerino dell’Opera di Roma, e Giuseppe Sartori che attraverso i versi dei poeti classici greci e latini ha condotto il pubblico nel percorso dentro l’amore universale. In scena anche Gabriele Beddoni e Matteo Uboldi (Loro) e poi i solisti: Matteo Aprile, Mirko Aiello, Jhonmirco Baluyot Cruz, Luca Callà, Marta Castelletta, Giordana Cascioli, Antonietta Dalmini, Maria Diletta Della Martira, Federica Feudo, Simone Galante, Gian Maria Giuliattini, Luca Gori, Mattia Marzi, Carlo Padulano, Federico Pietrucci, Giulia Pizzuto Viola Rango, Andrea Raqa, Giuseppe Savino, Virginia Vorraro. A completare il cast gli allievi dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico: Andrea Bassoli, Alberto Carbone, Davide Carella, Giovanni Costamagna, Christian D’Agostino, Tancredi Di Marco, Carlo Denoyè, Lorenzo Ficara, Ferdinando Iebba, Marco Maggio, Carlo Marrubini Bouland, Moreno Pio Mondì, Matteo Nigi, Carloandrea Pecori Donizetti, Giuseppe Oricchio, Francesco Ruggiero, Davide Sgamma, Stefano Stagno, Giovanni Taddeucci, Massimiliano Serino. Le scene sono state realizzate dal laboratorio di scenografia della Fondazione INDA, i costumi sono di Valentina Davoli e Silvia Oliviero, light designer è Francesco Angeloni, videomaker Unidea, assistente alla regia è Tim Vranken, assistenti coreografo sono Francesco Saracino, Bruno Centola e Christian Pace, assistente costumista è Silvia Oliviero, direzione del coro è Elena Polic Greco, l’ideazione dei cori cantati è di Simonetta Cartia, addetta alla compagnia è Federica Panzeri mentre il coordinatore artistico è Christophe Allemann.

Peparini: “Un viaggio che trova forma nei corpi”

“Horai è il racconto di un amore che prende vita ed esplora ogni sua sfumatura – ha detto Giuliano Peparini . È un viaggio che trova forma nei corpi dei danzatori, nelle proiezioni e nei costumi, intersecandosi con la musica di Vivaldi e Scarlatti, ma anche con brani di musica contemporanea. I diversi stadi di una relazione amorosa vengono esplorati attraverso i versi di poeti greci e latini, creandone l’analogia con le quattro stagioni. Tra la poesia di autori come Catullo, Orazio, Aristofane gli amanti si muovono come sospinti dal vento, fra fiocchi di neve, fiori, foglie e alberi che da spogli diventano rigogliosi”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA