Notizie Locali


IL RICORDO

Franco Battiato, anche nella “sua” Riposto tanti omaggi: una targa, eventi letterari e musicali fino a luglio

La gente comune e gli amici dell'artista ricordano episodi di vita  e aneddoti di un'infanzia vissuta nel quartiere Scariceddu

Di Giovanni Finocchiaro |

La piazza del commercio è l'istantanea di un paese che già all'alba si risveglia laborioso. Sotto il sole di Riposto, a un anno esatto dalla morte di Franco Battiato, la gente comune e gli amici dell'artista ricordano episodi di vita e citano brani del suo vastissimo repertorio, mandando a memoria frasi e aneddoti di un'infanzia vissuta nel quartiere Scariceddu, a due passi di un porto che è in fase di ampliamento e a maggior ragione diventerà sempre più turistico.

Proprio la casa d'infanzia del maestro è, dalla prima mattinata, méta di una sorta di pellegrinaggio dei fans di un artista che è rimasto discreto nonostante fosse costantemente coinvolto in eventi pubblici e dirette tv. In piazza Arcidiacono, alle 18,30 sarà scoperta una targa di ceramica con l'immagine del cantautore con le parole di un testo di uno dei suoi brani universalmente conosciuti. Alle 19.30 in Municipio l’evento letterario e canoro, denominato “Mondi vicinissimi”, in collaborazione con la “Passeggiata letteraria ripostese”, nel corso del quale sarà idealmente ripercorso il territorio jonico etneo attraverso i testi delle canzoni di Battiato e con spezzoni di repertorio cinematografico”. Ancora alle 19,30 nella parrocchia del Carmine, Battiato sarà ricordato nel corso dell'incontro “La cura” dal vescovo acese mon. Raspanti, da Graziella Laura Santoro, psicoterapeuta e musicoterapeuta, dal medico e bioeticista dott. Angelo Rito Sciacca, dal teologo e bioeticista Daniele Raciti, dall'attore Pietro Redi.

Una mattinata intensa, quella vissuta dai ripostesi per onorare il cittadino più illustre che non dimenticò mai le proprie origini, organizzando in piazza un concerto gratuito dopo il successo clamoroso e meritato con l'album “La voce del padrone”.

Il sindaco Enzo Caragliano ha commentato: “Giusto che Riposto dia al suo concittadino illustre u'adeguata rilevanza e il ricordo meritato. L'anno scorso non abbiamo potuto farlo per la pendamia. Oggi ci sarà la partecipazione popolare e dei turisti fedeli alla filosofia di Battiato. I ricordi si protranno con altri eventi culturali e musicali e, a fine luglio, con l'intitolazione della piazza del Commercio che prevede anche la realizzazione di un'opera scultorea al centro dell'area”.

L'assessore alla cultura, Paola Emanuele, di concerto, ha aggiunto: “Non basterebbero manifestazioni per commemorare il patrimonio culturale espresso da Battiato. Ricordiamo in punta di piedi e con orgoglio un artista con il riferimento ai luoghi delle sue origini”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA