Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

'Figlia Perduta' trionfa agli Oscar del cinema indipendente

Tre riconoscimenti alla Gyllenhaal tra cui per il miglior film

Di Redazione

NEW YORK, 06 MAR - Maggie Gyllenhaal con il suo "La Figlia Perduta" adattato da un romanzo di Elena Ferrante ha trionfato ai premi del cinema indipendente. Il dramma sui tabù e le sfide che circondano l'essere madre ha vinto il premio per il miglior film agli Spirit Awards, assieme ai riconoscimenti per la migliore sceneggiatura e la migliore regia. I Film Independent Spirit Awards premiano film a basso e medio budget con un massimo di 22,5 milioni di dollari. "La Figlia Perduta" ha ricevuto tre candidature agli Oscar tra cui quella per la migliore attrice, Olivia Colman. "Il mio film parla una lingua inconsueta: la lingua della mente delle donne", ha detto la Gyllenhaal, dedicando i premi alle "donne nel cinema". Netflix si è rivelato vincitore della serata con sei premi, tra cui due per "Passing", il dramma su una afroamericana che si fa passare per bianca nella Harlem degli anni Venti e un altro per la serie sudcoreana "Squid Game". Il giapponese "Drive My Car" ha vinto come miglior film internazionale. Tra i film arrivati in finale c'era anche, con tre candidature tra cui quella per Best Film, "A Chiara' di Jonas Carpignano, la coproduzione italo-francese-svedese-danese che vede un'adolescente calabrese scoprire il coinvolgimento criminale del padre.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA