Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

"Jova Beach Party”, al via la “nuova era” di Jovanotti. E la Sicilia? «Manca spiaggia adatta»

L'isola non rientra fra le tappe del tour del "ragazzo fortunato" che per due sere si è esibito a Marina di Cerveteri

Di Simone Russo

Incredibile. Semplicemente incredibile. Il “Jova Beach Party” non è un “semplice” concerto ma è una vera e propria giornata di meravigliosa festa in spiaggia. Per quasi dieci ore, Jovanotti si diverte e fa divertire il suo pubblico. A Marina di Cerveteri, in provincia di Roma, per due sere consecutive è approdata la “nuova era” di Jovanotti. Dopo due anni di stop forzato, il “Jova Beach Party” è ritornato ad abbracciare il pubblico delle grandi occasioni. «Questo non è un format – ha detto Jovanotti – ma uno sformat. La musica è il cuore di tutto, c’è tanta voglia di ricercare la qualità e l’atmosfera giusta. Il JBP è una roba da matti, una pazzia totale. Un qualcosa che entra sotto la pelle della gente presente in spiaggia». A Marina di Cerveteri, per entrambe le serate, erano presenti tanti siciliani. 

Pubblicità

Purtroppo, questo grande evento non è previsto nella nostra isola, così i siciliani hanno scelto di “spostarsi” per vivere una giornata intesa con il loro “ragazzo fortunato”. Da ogni parte della Sicilia, infatti, migliaia di fan hanno scelto di viaggiare per arrivare in provincia di Roma. Visto il momento storico, in tanti hanno avuto problemi a spostarsi con i mezzi pubblici. «Arrivo da Palermo – dice Alessio Cuccia, 34enne di Piana degli Albanesi – l’aereo che mi doveva portare a Roma ha avuto un ritardo di cinque ore, ma nonostante tutto sono riuscito ad arrivare in tempo per godermi questa giornata». Una giornata che, sicuramente, ha lasciato il segno in tutti coloro che c’erano. «Da Roma Trastevere – dice Maurizio Pellegrino, 22enne di Catania – volevamo prendere il treno per Marina di Cerveteri, ma Trenitalia ha “portato” un ritardo di oltre 70 minuti, così abbiamo scelto di continuare il nostro viaggio in macchina». Un viaggio che, però, è stato ampiamente ripagato da una atmosfera unica e magica. A partire dalle 14.30, infatti, la spiaggia di Marina di Cerveteri si è “riempita” di musica. Tanti gli artisti che si sono esibiti nel pre-concerto. Dalle 20 in poi, Jovanotti ha cominciato a “vivere” intensamente la sua serata, super ospiti della prima serata il maestro Brunori Sas e il “grande” Renato Zero. Una serata che è stata un mix con tutti i grandi successi di Jovanotti. Il “Jova Beach Party” non è solo un evento musicale, ma è il primo grande appuntamento itinerante al mondo che parla di ambiente. È prodotto e organizzato con la massima attenzione possibile per gli aspetti legati alla sostenibilità, grazie al lavoro di Trident Music ma, soprattutto, grazie alla profonda convinzione del suo ideatore. L’obiettivo è di lasciare il segno senza lasciare segni attraverso un lavoro massiccio di tutela dell’ambiente sviluppato con la collaborazione di diversi partner su ciascun segmento del lavoro.

Il JBP vuole porsi come un’importante occasione per riflettere con la massima attenzione sull’ambiente che ci circonda, sottolineando quanto sia importante amare il Pianeta ed educando a un uso (riuso e riciclo) consapevole dei materiali. Un mega evento, che, purtroppo non vede la possibilità di arrivare in Sicilia. «Vorremmo venire in Sicilia – dice Jovanotti – ma non c’è una spiaggia adatta alle nostre esigenze. Per ospitare il Jova Beach Party c’è la necessità di una spiaggia grande come tre campi da calcio di fila. Avevamo trovato due spiagge nella zona di Agrigento, ma non è stato possibile a causa dei problemi logistici. Per accedere in queste spiagge – continua Jovanotti – ci sono stradine troppo strette e inadatte. Per circa 50 km, infatti, ci sono strade ad una sola corsia e comunque non in grado di poter ospitare due sensi di marcia contemporaneamente. Il JBP è un evento molto grande e prevede migliaia di persone in spiaggia, senza lo spazio adatto e le infrastrutture adatte, purtroppo, non possiamo venire in Sicilia. Sia nel 2019, per la prima edizione del JBP, che adesso, abbiamo fatto di tutto per cercare una spiaggia siciliana adatta alle nostre esigenze, purtroppo non c’è». Per questi motivi, purtroppo, i fan siciliani sono stati “costretti” a spostarsi in giro per le altre tappe italiane. A Marina di Cerveteri sventolavano tante bandiere siciliane. I prossimi appuntamenti di questo mega evento si svolgeranno a Barletta (30 e 31 luglio), Fermo (5 e 6 agosto), Roccella Jonica (12 e 13 agosto), Vasto (19 e 20 agosto), Castel Volturno (26 e 27 agosto), Viareggio (2 e 3 settembre) e Bresso Milano (10 settembre).

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: