Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

“La grande letteratura per clarinetto e pianoforte”: salgono "in cattedra" Ventura e Spinnicchia

Alcune tra le più belle pagine di musica scritte da Mozart, Brahms, Rota e Morricone sono protagoniste del concerto in programma a Catania e Paternò per le stagioni concertistiche dell'Associazione Anfiteatro, il  18 e il 19 dicembre

Di Redazione

Clarinetto e pianoforte suonano insieme in alcune delle più belle pagine della musica di ogni tempo. A questi due preziosi strumenti, e al loro connubio, è dedicato l'ultimo concerto in programma nelle stagioni concertistiche organizzate dall'Associazione culturale Anfiteatro. “La grande letteratura per clarinetto e pianoforte” con Giuseppe Ventura al clarinetto e Mario Spinnicchia al pianoforte sarà proposto sabato 18 dicembre alle ore 20.45 nell'Auditorium del Collegio Universitario d'Aragona di Catania, per la rassegna “I concerti dell'Anfiteatro 2021” e domenica 19 dicembre alle ore 20.15 nella Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria di Paternò per la stagione concertistica “Musica a Santa Caterina”. 

Pubblicità

Il programma si aprirà con l'esecuzione della Fantasia in do minore K475 di Wolfgang Amadeus Mozart per poi passare alla celeberrima Sonata per clarinetto e pianoforte in mi bemolle maggiore op.120 n.2 di Johannes Brahms. Il compositore tedesco scrisse al termine della sua carriera, quando aveva già deciso di ritirarsi a vita privata, questa celebre opera entrata a far parte del repertorio classico dei concerti per clarinetto e pianoforte. L'occasione fu la tanto inaspettata quanto sbalorditiva scoperta del repertorio clarinettistico e delle più segrete possibilità dello strumento che lo indussero a scrivere  più opere (come il “Quintetto per clarinetto e archi” e il “Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte”) e quelle che possono essere considerate due perle: le Sonate Op. 120 n. 1 e 2.  Dal carattere intimo, malinconico e poetico, le Sonate Op. 120 sono testimonianza dell'inconfondibile stile di Brahms, tanto da essere considerate una sorta di testamento spirituale.

Il programma della serata proseguirà poi con l'esecuzione della Sonata per clarinetto e pianoforte in re maggiore di Nino Rota, il celebre compositore noto al grande pubblico per aver composto indimenticabili colonne sonore, per concludersi con tre brani di Ennio Morricone: Gabriel’s oboe, Love theme e Playing love. 
Giuseppe Ventura, clarinettista, pianista e direttore catanese ha iniziato gli studi musicali all’Istituto Musicale “Vincenzo Bellini” di Catania diplomandosi in clarinetto sotto la guida del M° V. Di Pietro. Successivamente consegue il Diploma di Pianoforte presso il Conservatorio di Mantova. Ha conseguito Master di perfezionamento tenuti da docenti internazionali quali: Anthony Pay, Giuseppe Garbarino, Ciro Scarponi e Vincenzo Mariozzi. Ha una intensa attività concertistica  nelle più importanti stagioni musicali, sia come solista che come pianista, con diverse formazioni cameristiche, in particolare con il Trio Spivensal. Ha diretto diverse ensemble (Orchestra da Camera di Messina, Orchestra Anfiteatro, Ensemble Pacini, il Bellini Wind Ensemble e il Bellini Clarinet Choir) riscuotendo sempre unanimi consensi di critica e di pubblico. Ha tenuto  delle masterclass di perfezionamento musicale dal 1998-2014 per il Festival Musicale di Troina ed è stato docente di Clarinetto presso il Consorzio Universitario Ennese. Attualmente è docente titolare all'’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vincenzo Bellini” di Catania per la Cattedra di Prassi Esecutiva e Repertorio del Clarinetto.

Mario Spinnicchia, catanese classe 1962, ha iniziato lo studio del pianoforte sotto la guida del padre, si è diplomato all’Istituto Musicale “ Vincenzo Bellini” di Catania con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. È vincitore di molti primi premi assoluti a concorsi nazionali e internazionali. Allievo di Sergio Perticaroli a Salisburgo e a Roma, nel 1991 si è diplomato col massimo dei voti all’Accademia Nazionale di S. Cecilia. Ha avuto pubblici riconoscimenti da insigni musicisti quali Aldo Ciccolini, Karl Heinz Kammerling, Peter Maag e Vladimir Ashkenazy. Da molti anni svolge  una intensa attività concertistica in Italia e all’estero. I suoi numerosissimi concerti lo hanno visto protagonista nelle più importanti città italiane ed europee. Dall’estate 2003 è assistente ufficiale del Maestro Aquiles Delle Vigne presso la Internazionale Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo. E’ direttore artistico dell’Associazione Culturale Anfiteatro, impegnata da più di vent’anni nella divulgazione e nell’organizzazione di eventi musicali in tutto il territorio nazionale. Insegna pianoforte nel biennio e triennio ordinamentale dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vincenzo Bellini“ di Catania.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: