Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Vanessa Incontrada: «Palermo un po' come la mia Barcellona. In Sicilia mi sento a casa»

L'attrice e conduttrice televisiva è l'interprete di “Scusa sono in riunione….ti posso richiamare"

Di Salvo Barbasso

Attrice e conduttrice televisiva, Vanessa Incontrada è uno dei personaggi femminili più amati dal pubblico, la fiction Mediaset “Fosca Innocenti” è stata una delle più seguite della stagione televisiva in corso e, a teatro con la commedia “Scusa sono in riunione….ti posso richiamare", scritta e interpretata da Gabriele Pignotta, interpreta una donna in carriera in un vortice quotidiano che accumuna un po’ tutta la nostra generazione impegnata in una continua ricerca dell’obiettivo da raggiungere. “E’ una attuale e acutissima commedia – spiega Vanessa Incontrada – degli equivoci che, con ironia ci invita a riflettere sulla ossessione della visibilità e sulla brama di successo che caratterizzano la società moderna”.

Pubblicità

Cosa le piace del suo ruolo?
Alice è una donna libera, indipendente, autonoma, in carriera, ma è anche una donna femminile sensibile, con le sue fragilità alla ricerca dell'amore che forse non ha ancora voglia di trovare o probabilmente non lo ha trovato perchè manca intorno a lei un uomo che sappia stare accanto ad una donna così. Credo che il pubblico abbia apprezzato la capacità di Alice di affrontare le situazioni, la sua determinazione, molte donne che vengono a vedere la commedia probabilmente si riconoscono. E in questo Gabriele Pignotta è stato bravissimo sia nella scrittura che nella regia”.

È in Sicilia, a Palermo, città che per passione, colori e tradizioni somiglia molto alla sua Barcellona, ci sono dei luoghi di cui ha sentito parlare che vorrebbe visitare?
“Mi piacerebbe girare per le strade e perdersi, annusare gli odori vedere i colori sentire parlare la gente, attraversare i mercati e rimanere folgorati dalle bellezze architettoniche e storiche di Palermo. Palazzo dei Normanni, San Giovanni degli Eremiti, La Cattedrale, Il Mercato di Ballarò, i Quattro Canti, il Teatro Massimo, sono tutti posti da visitare, spero di poterlo fare. E poi sì, ha proprio ragione mi ricorda tanto la mia Barcellona ed è per questo che mi sento praticamente a casa”.

"Fosca Innocenti ", è stato il successo più importante di Mediaset per ciò che riguarda le fiction,  una bella soddisfazione per lei e tutto il cast, che sensazioni ha? 
“È sempre una grande soddisfazione quando il lavoro non solo mio ma di tantissime persone arriva al cuore della gente, ho lavorato molto su Fosca insieme a dei bravissimi colleghi e sono felicissima che la fiction sia andata bene. Ogni progetto è una nuova sfida per me, dò sempre il massimo ma ovviamente quando il riscontro di pubblico è così notevole è una bella soddisfazione”.

Ci sarà una seconda serie e quali novità dovremmo aspettarci?

Ci sarà una seconda serie, stiamo lavorando perché possano esserci delle novità, gli sceneggiatori stanno cercando di rendere il racconto sempre più appassionante e coinvolgente.

La vedremo anche sul grande schermo?
“I progetti ai quali sto lavorando sono molti, mi piace spaziare e quindi alternare tv teatro e cinema e anche nei prossimi mesi sarà così, ma non voglio anticipare  nulla, non voglio togliere il gusto della sorpresa  che secondo me funziona sempre”.

In questo momento così difficile per via della pandemia e della guerra in Ucraina quali sono le nostre ancore di felicità?
“La consapevolezza  di quanto siamo fortunati quando stiamo bene e riusciamo a goderci ciò che abbiamo, per quanto riguarda la guerra il mio pensiero va a tutte le persone, le donne e i bambini dell'Ucraina che stanno affrontando tutta questa sofferenza, spero e prego affinché tutto questo finisca presto”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: