Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

"Portami al mare", Francesco Reitano canta la profondità della musica leggera

Di Salvo Barbasso

Approda su tutte le piattaforme digitali "Portami al mare", il nuovo singolo di Francesco Reitano, un  brano che porta con sé quella voglia di leggerezza tipica dell'estate, salpando le ancore da un cantautorato anni Settanta/Ottanta, che continua vividamente a fluire.
Riconoscere il profumo della libertà e apprezzarne la pace interiore che ne deriva, rivedere la propria vita da una posizione privilegiata dove "in fondo non ti importa più", perché hai salito il gradino che ti ha portato a considerare tutto con leggerezza, Francesco Reitano esprime momenti di vita vissuta con grande intensità.
Quei litigi avuti con le proprie pulsioni, senza riuscire a trovare una posizione da prendere,  le passioni assopite in nome del dovere, quando non riesci più a distinguere i calci dagli abbracci… portami al mare.
«Sono sempre in cammino verso il mare - dichiara Francesco- il  mare è per me il rifugio ideale in cui ricaricarsi e trovare la propria dimensione, il  luogo dove fermarsi a focalizzare la propria vita.»
E magari trovare, lungo il cammino, qualcuno a cui affidarsi, che ti guardi negli occhi e senza parlare ti capisca semplicemente mano nella mano, lasciando parlare le proprie emozioni che non fanno più paura.
"Portami al mare" è una canzone interamente scritta e composta da Francesco Reitano, un progetto artistico
orgogliosamente made in Sicily, che farà parte di un album di prossima pubblicazione, registrato presso lo studio L.a.m. di Catania.
Arrangiato da Mario Pappalardo che dà voce al piano e alle tastiere, vede la partecipazione di musicisti del calibro di Enzo Di Vita (Carmen Consoli, Mario Venuti, Michele Zarrillo) alla batteria, Antonio Moscato al basso ed Edoardo "Tinturia" Musumeci alla chitarra.
Dall'8 luglio il video del brano è disponibile al seguente link: https://youtu.be/ezU2MTV8xMQ.
- Come nasce la passione per la musica?
Ho imparato a suonare la chitarra a dodici anni, ho  sempre cantato, fin da piccolissimo. La forte passione per la musica cresce via via, con l'urgenza di diventare qualcosa di più che un piacevole hobby.
Gli ascolti dei Beatles, Stevie Wonder, Eagles, Otis Redding, Battisti, Dalla, De André e il cantautorato italiano anni Settanta/Ottanta formano il mio  background, con una vera predilezione per Pino Daniele.
- Quando ha cominciato a fare concerti?
Mi sono esibito con band giovanili fino a vent'anni  poi la decisione di interrompere le esibizioni in pubblico per motivi familiari.  Probabilmente per sopravvivere allo strappo così forte con la mia anima artistica, cominciai a trasformarmi on un  irreprensibile lavoratore, il bravo marito, il buon padre.
- Quando ha capito di avere messo nel cassetto la sua anima musicale?
L'arrivo di mia figlia Ornella  è  stata un'autentica rivoluzione in atto che esplode prepotente e che si può tentare di contenere e canalizzare solo attraverso la musica.
Dopo aver appeso la chitarra al chiodo per oltre trent'anni, riprendo a  suonare e mi perfeziono  studiando canto e musicoterapia.
- Quali difficoltà ha incontrato?
Il mondo aveva subito una profonda trasformazione e ancor di più quello musicale. Ma con grande determinazione e tutta la personalità che mi contraddistingue, alla soglia dei cinquant'anni, ho deciso di rimettermi in gioco.
Intanto la passione per Pino Daniele continuava ad ispirarla..
Sono stato finalista al concorso Luci delle stelle 2015 e sul podio, lo stesso anno, alla finalissima di A voice for Music su Tv Gold. Seguendo la grande passione per Pino Daniele, ho fondato i  Man in Blues, con cui esordisco nel 2017 a Risuoni, l'official tribute band contest più importante in Italia.
La voce velata e le sfumature blues/soul della mia timbrica si sposano perfettamente con le canzoni del geniale cantautore partenopeo, che per fortuna il pubblico ha apprezzato molto. Insieme a Marco Corbino, tra i migliori chitarristi catanesi, ho fondato gli FM Funky Radio, un duo voce e chitarra che porta in giro un repertorio di classici della musica italiana e internazionale interamente rivisitato in chiave funky.
- Nel 2019 cominciano le produzioni musicali..
Si. Esce il mio  primo inedito dal titolo "Non è vero", poi è la volta di "Canterò" (scritto da Cesare Grillo), adesso, "Portami al mare", il nuovo inedito che farà parte di un album di prossima pubblicazione, per me si tratta di una nuova evoluzione del mio modo  di  raccontare la musica che spero piaccia al pubblico. Una ennesima testimonianza del mio amore per la musica e di una passione che adesso ho finalmente canalizzato nella giusta maniera.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: