Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

A Venezia quintetto di donne in corsa con tante biografie

Di scena, Nicchiarelli, Poitras, Diop, Zlotowski e Hogg

Di Redazione

ROMA, 24 AGO - Due francesi, un'italiana, un'americana e un'inglese. Questa la compagine rosa della 79/ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica che si apre il 31 agosto. Cinque così le donne a scendere in campo e quasi tutte attingendo a personaggi reali in un'edizione già molto declinata sulla realtà. Intanto CHIARA di Susanna Nicchiarelli. Terzo ritratto femminile della regista (dopo NICO e MISS MARX), mette i riflettori sulla storia mistica di Santa Chiara d'Assisi (Margherita Mazzucco, L'AMICA GENIALE): una ragazza di diciotto anni che fugge dalla casa paterna di notte assieme a un'amica nel 1211, per raggiungere il suo amico Francesco (Andrea Carpenzano). Ancora un ritratto in ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED della regista americana Laura Poitras. Si tratta della storia della fotografa Nan Goldin. Anche la francese Alice Diop in SAINT OMER mette mano a una storia vera, quella di una senegalese accusata di aver ucciso la figlia di quindici mesi abbandonandola su una spiaggia del nord della Francia. Ma il film racconta anche di una romanziera di trent'anni, Rama, che vuole usare il processo in corso su questo caso per il suo romanzo. LES ENFANTS DES AUTRES di Rebecca Zlotowski è poi la storia personale, appena camuffata, della stessa regista e del suo compagno di vita, il cineasta Jacques Audiard. Nel cast anche la nostra Chiara Mastroianni. Infine THE ETERNAL DAUGHTER, della regista inglese Joanna Hogg, è pura fiction. Si tratta di una ghost story girata nel Galles, dove un'artista di mezza età (Tilda Swinton) e l'anziana madre affrontano segreti sepolti da molto tempo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA