Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Alessandro Idonea mette in scena il suo "Caro papà" nel ricordo del padre Gilberto

 In attesa della nuova stagione che prenderà il via a gennaio 2022, al Metropolitan di Catania, i prossimi 4 e 5 dicembre, va in scena la commedia all'italiana con cui l'attore catanese rende omaggio al papà

Di Redazione

Un recupero ma anche un omaggio, quello che ogni anno “Una Stagione a 4 Stelle” riserva al suo storico fondatore Gilberto Idonea, di cui quest'anno ricorrono i tre anni dalla prematura scomparsa. Sabato 4 e domenica 5 dicembre (sabato doppia replica alle ore 17.30 e alle ore 21, domenica alle ore 17.30) al Teatro Metropolitan di Catania sarà messo in scena “Caro papà”, spettacolo scritto dallo stesso Gilberto Idonea e che oggi vede in scena il figlio Alessandro, che ne firma anche la regia, insieme a Gino Astorina, Giovanna Criscuolo, Carlo Kaneba, Manuela Ventura, Salvo Disca, Enrico Pappalardo, Federica Fischetti, Antonella Cirrone e Giuseppe Brancato.

Pubblicità

“Caro papà” è una commedia che si potrebbe definire “un treno in piena corsa”, un testo che, riproponendo e intersecando verità ed inganni procede in un susseguirsi di risate e non lascia respiro allo spettatore, che dovrà attendere fino alla fine la risoluzione del grande bluff. «Come il film “Signori si nasce” rappresentò per il pubblico dei tempi la fuga dagli orrori della guerra – dice Alessandro Idonea – oggi “Caro papà”, nella versione vernacolare di Gilberto Idonea, potrebbe farci dimenticare, almeno per qualche ora, i problemi legati alla crisi pandemica. La nostra scommessa, oltre quella di riproporre un grande testo, è di portare lo spettatore a riconoscere nei personaggi in scena molte figure politiche e artistiche del nostro tempo. Personaggi eterni, tipologie umane esistite in ogni tempo e che forse nascondono grandi verità e anche qualche piccolo segreto. “Caro papà” – conclude Idonea – è uno spettacolo in cui il comico si intreccia con il serio gioco della farsa, è uno spettacolo esilarante costruito come un gran varietà...».

A manovrare i fili di questa messa in scena ironica e sfacciata è Stefano (in scena Alessandro Idonea), irriverente protagonista, uomo perennemente sommerso dai debiti nonostante la sua carriera di autore di varietà, e per questo reclamato da Marta (Giovanna Criscuolo), soubrette pronta a tutto pur di raggiungere le luci della ribalta. A muovergli qualche critica c'è il fratello Giuseppe (Salvo Disca), uomo serio, equilibrato e lavoratore, che dopo anni continua a credere alle fantasiose invenzioni che Stefano utilizza per estorcergli del denaro. Una commedia all’italiana, un’occasione di vero gioco teatrale in cui la magia della leggerezza viene riscoperta assieme al piacere del dialetto, tra una risata e una canzone. 

Al Teatro Metropolitan di Catania è già possibile acquistare gli abbonamenti per “Una Stagione a 4 Stelle – Gilberto Idonea 2022” che prenderà poi il via ufficialmente il 22 e 23 gennaio con Il test di Jordi Vallejo, commedia divertente che vedrà Roberto Ciufoli e Benedicta Boccoli travolti dagli esiti di quello che all’apparenza è solo un inoffensivo test comportamentale. “Una Stagione a 4 Stelle – Gilberto Idonea” numero dieci prosegue il 19 e il 20 febbraio con “Gatta ci cova”  di Antonino Russo Giusti con Bruno Torrisi, Giovanna Criscuolo e Alessandro Idonea, che riprende la regia del padre, mentre il 12 e il 13 marzo sarà la volta di “Italiani brava gente”, commedia brillante di Enrico Maria Falconi con Elena Russo, Ester Botta, Alessandro Sparacino, Peppe Piromalli, Federica Corda e lo stesso Enrico Maria Falconi, che racconta con ironia il fenomeno migratorio italiano. Un omaggio a giganti della drammaturgia come Arthur Miller e Eduardo De Filippo. Il 23 e il 24 aprile “Una Stagione a 4 Stelle – Gilberto Idonea” è lieta di ospitare gli attori comici palermitani Toti e Totino che porteranno sul palcoscenico del Metropolitan etneo la loro commedia brillante “Ma tu, che lavoro fai?”. Diretti da Roberto Spicuzza, Toti e Totino vestiranno i panni di due fratelli conviventi nella stessa casa. Ed è appunto la casa che abitano a creare irrisolvibili problemi con il legittimo proprietario che null’altro vuole se non aver pagata la pigione. Tutta la messa in scena si sviluppa attorno a questa faccenda nella quale ognuno dei personaggi accampa diritti nei confronti degli altri. In un vortice di comicità coinvolgente e divertente, la commedia giunge infine ad una conclusione imprevedibile, originale e … celestiale!
La stagione si concluderà il 14 e 15 maggio con uno dei classici del teatro napoletano che si rifà alla commedia dell'arte: “La fortuna con l'effe maiuscola” di Eduardo De Filippo ed Armando Curcio, che vedrà nei ruoli dei protagonisti Manuela Ventura ed Alessandro Idonea. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA