Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

"Norma" e Strauss per il Concerto di Capodanno al Bellini

Il tradizionale appuntamento sabato al "Massimo". Sul podio Vitali Alekseenok, vincitore del concorso Toscanini

Di Redazione

Cresce l'attesa per il tradizionale Concerto di Capodanno del Teatro Massimo Bellini il primo gennaio alle ore 19 per accogliere il 2022 nel segno della grande musica. "Un inno alla gioia di ritrovarsi e scambiarsi un saluto augurale, nel rispetto delle regole di sicurezza imposte dal perdurare dell'emergenza sanitaria", sottolineano il commissario straordinario Daniela Lo Cascio e il sovrintendente Giovanni Cultrera di Montesano. 

Pubblicità

"Il programma - sottolinea il direttore artistico Fabrizio Maria Carminati - trascorrerà dal turbinio dei valzer e delle polche a celebri pagine sinfoniche e corali del repertorio operistico. Un itinerario ideale tra gli autori e i paesi europei"

Sul podio Vitali Alekseenok, vincitore quest'anno del prestigioso concorso Toscanini. Il maestro bielorusso dirigerà le  formazioni dell’ente, Orchestra e Coro, quest’ultimo istruito dal maestro Luigi Petrozziello. 

Ad aprire la sequenza dei brani sarà il genius loci Vincenzo Bellini, con la Sinfonia di "Norma". Per restare nel melodramma italiano, abbiamo Gioachino Rossini  con le Sinfonie  da "Guglielmo Tell" e "Il barbiere di Siviglia"; Gaetano Donizetti con due numeri dal "Don Pasquale", ovvero la Sinfonia e il coro "Che interminabile andirivieni". Per continuare con Verdi e il Coro di Zingarelle e Mattadori dalla "Traviata". E ancora il Coro delle campane da "Pagliacci" di Leoncavallo e la "Tarantella" di Rossini rielaborata da Ottorino Respighi per "La bottega fantastica". 

In locandina trova altresì spazio "il meglio di" Georges Bizet: verranno infatti proposte tre delle quattro suite orchestrali in cui sono confluiti i temi più belli concepiti per l'opera "Carmen" ma anche per le musiche di scena del dramma di Alphonse Daudet "L'Arlésienne". Delle due "compilation" tratte dalla colonna sonora composta per il lavoro teatrale, quella contrassegnata con il n. 1 fu effettivamente compilata dallo stesso Bizet, la seconda venne invece curata postuma dal suo amico Ernest Guiraud, che elaborò anche la coppia di suite da "Carmen", di cui ascolteremo la prima.

Immancabili le melodie e i ritmi trascinanti di Johann Strauss figlio, di  cui verrà eseguita, tra l'altro,  la Sinfonia dall’operetta "Il Pipistrello". Come potrebbe poi mancare il valzer "Sul bel Danubio blu" insieme a Pizzicato Polka e Tritsch–Tratsch Polka. 

Al Leitmotiv dell’Austria Felix si allinea una composizione effervescente come "Cavalleria leggera" di Franz von Suppé.  E tra i bis a sorpresa, per la gioia del pubblico, c’è da scommettere che farà capolino anche Johann Strauss padre con la Radetzky-Marsch.

Info: teatromassimobellini.it

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: