Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Catania, bagno di folla per Deddy: da Amici alle vette delle classifiche

Il suo "Luci Addosso Summer Tour”, promosso da Vivo Concerti, ha fatto tappa a Gravina

Di Simone Russo

Bagno di folla per Deddy, fra gli artisti maggiormente acclamati di “Amici 2020”. Il suo "Luci Addosso Summer Tour”, promosso da Vivo Concerti, ha fatto tappa a Gravina di Catania. Grazie all'Associazione Volontari Gravina in loco con il patrocinio dell'amministrazione comunale, il cantautore piemontese ha portato live tutti i suoi successi che lo vedono protagonista in vetta alle classifiche musicali italiane. “Forti e fragili”, “Il cielo contromano”, “Parole a caso”, “0 passi” e “Luci addosso” sono alcune delle sue canzoni diventate delle hit nazionali. Deddy, all'anagrafe Dennis Rizzi, con la capacità di essere un “bravo ragazzo” è riuscito a conquistare tutti.  

Pubblicità


"E' la prima volta che vengo in Sicilia. E' bellissima. Super accogliente. Calorosa, molto calorosa".

È trascorso un anno dalla tua partecipazione ad “Amici”, a mente serena, cosa ti ha lasciato questa esperienza?
"Tanta consapevolezza. Prima di entrare ad Amici, professionalmente parlando, non mi ero mai rapportato con questo mondo. Nel momento in cui ho avuto la possibilità di farlo con dei professionisti, ho ricevuto tanta consapevolezza. Mi hanno fatto capire quali sono i miei limiti. Mi hanno fatto capire quali sono i miei pregi e tutt'ora, grazie agli insegnamenti avuti all'interno di Amici, continuo a lavorarci molto. Anche la costanza che mi ha insegnato il programma, mi sta ripagando tanto. Ogni giorno, guardandomi allo specchio, riconosco un artista diverso, rispetto al giorno precedente. Non diverso nel senso che sono un'altra cosa, ma riconosco che faccio sempre un piccolo passetto in più".

Fin dalle prime ore del mattino, le tue fan hanno aspettato il tuo arrivo dietro le transenne. Finalmente un ritorno alla normalità. Come vivi questo ritornare live su un palco?
"Il mio effettivo inizio di carriera è avvenuto quando c'era il pieno della pandemia. Non ho vissuto il prima come artista. Non so cosa si provasse a fare un concerto prima di tutte le restrizioni. Sicuramente se la dovessi guardare da esterno ho la consapevolezza che finalmente si torna a respirare, si torna a vivere. Finalmente è ritornato il momento delle cose belle e vere. Se ci pensi, il concerto sono emozioni in comune che vengono cantate attraverso una canzone. Sono molto contento".

La tua avventura ad “Amici” è iniziata in maniera casuale. Sei la testimonianza che i sogni possono diventare realtà.
"I sogni esistono e io li sto vivendo. Stavo lavorando e casualmente ho mandato la mia candidatura ai casting del programma. Poi mi hanno chiamato, ho smesso di andare a lavoro, ed eccomi qui. È tanta roba".

Da allora, ad oggi, hai conquistato tutte le classifiche musicali. Tutti cantano “0 passi da te, che sei parte di me”. È un mood della quotidianità di tantissime persone. Hai ritagliato il tuo spazio. Credi che ci sia ancora questa possibilità per le “nuove proposte”? C'è spazio nel mondo della musica o ormai è tutto saturo?
"Credo che ci sia tanta proposta, effettivamente, ogni venerdi, su Spotify, escono tante nuove canzoni. Circa 15mila pezzi a settimana. Effettivamente la proposta è tanta, ma ognuno deve essere bravo a ritagliarsi il proprio spazio. Credendoci ci si può ritagliare un proprio angolo in questo mondo. Trovi sempre qualcuno che si ritrova in quello che fai. Ognuno ha il proprio spazio in questo mondo".

La musica cosa rappresenta nella tua quotidianità?
"Il 100% della mia vita. Non mi addormento senza pensare alla musica e mi sveglio con la voglia di fare musica. É una costante nella mia vita".

Quando capisci che è il momento giusto per scrivere un brano?
"Non smetto di vivere e quindi non smetto di scrivere. Se smetti di vivere, smetti di scrivere. Continuo a vivere la vita di un ragazzo di vent'anni, raccontandola nelle mie canzoni. Non vedo l'ora di farle uscire e di raccontare effettivamente quello che è stato quest'anno per me. Il pezzo che scrivo e che canto mi rappresenta in quel momento. È una cosa molto difficile. In questo momento credo di avere una cinquantina di pezzi pronti. Ne ho tantissimi. Scrivo tutti i giorni. Un mese fa ti avrei dato un titolo per il prossimo singolo, oggi, invece, è totalmente un altro. Tutto dipende da cosa mi rappresenta nel momento esatto in cui dovrà uscire".

Guardando il tuo futuro, cosa vedi?
"Spero che la mia crescita continui sempre. Spero di non perdere mai la curiosità che ho adesso. Spero di non perdere mai la voglia di imparare e la voglia di crescere. Tutto il resto è una conseguenza".
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: