Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Cesar: trionfa 'Illusioni perdute', Lemercier miglior attrice

Film di Giannoli conquista 7 statuette a premi cinema francese

Di Redazione

PARIGI, 26 FEB - 'Illusioni perdute', adattamento del romanzo di Balzac sulla stampa e i suoi eccessi firmato Xavier Giannoli, ha trionfato ieri alla prestigiosa cerimonia del cinema francese dei César, in una edizione che ha voluto essere sobria e senza sorprese sullo sfondo della guerra in Ucraina. Valérie Lemercier è stata incoronata miglior attrice per 'Aline', film biografico che l'attrice 57enne ha dedicato alla star della canzone canadese Céline Dion. 'Illusioni perdute', partito come grande favorito, ha vinto sette statuette inclusa quella di miglior film. César per la migliore interpretazione maschile al 25enne Benjamin Voisin, nei panni dell'ambizioso idealista Lucien de Rubempré: giovane provinciale innamorato della letteratura, i suoi sogni andranno in frantumi sulla realtà della società al tempo della Restaurazione francese. Giannoli, che succede ad Albert Dupontel incoronato lo scorso anno per 'Adieu les cons', non è venuto a ritirare il premio. È "un artista indipendente", ha commentato il suo co-sceneggiatore Jacques Fieschi. Assente anche l'altro grande vincitore, il regista 61enne Leos Carax, con la sua opera rock 'Annette' che ha conquistato cinque statuine. Il suo attore protagonista, l'americano Adam Driver, entrato in nomination, era presente ma è rimasto a mani vuote, snobbato dagli elettori dell'Academy che hanno preferito Benoît Magimel: l'attore è stato premiato a 47 anni per la sua interpretazione di un malato di cancro in fin di vita in 'De son vivant' ('Peaceful') di Emmanuelle Bercot.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: