Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Dieci anni senza Lucio Dalla, la sua vita artistica tra "Presente ed Invisibile"

Di Salvo Pistoia

«La solitudine dei numeri uno», una frase enunciata a bassa voce in ambito sportivo indirizzata al ruolo dei portieri di calcio, per chi volesse anche un libro scritto da Gianpaolo Santoro.

Pubblicità

Prendendo a prestito questo titolo, lo utilizziamo per raccontare i dieci anni dalla scomparsa di un signore scalfito nella nostra memoria, attraverso i ceselli della sua opera, in qualsiasi direzione si siano manifestati.

«Presente ed Invisibile», un clic che tratteggia il passo di un artista rapido nelle sue intuizioni, quanto mesto nelle sue riflessioni, sintonizzato sulla via della vita, molte volte lucido visionario sui bordi delle nostre giornate.

"1983", un disco pubblicato nel medesimo anno, il testo della canzone che dà titolo all'intero progetto, suona di un attuale come avesse focalizzato il tema dell'uomo contemporaneo, "Se fossi un angelo" dichiara la sua idiosincrasia indirizzata alla classe politica, la collaborazione insieme alla firma di Roberto Roversi, poeta bolognese che cambiò gli itinerari post sanremesi, i tre album del successo nazionale popolare, evidenziati sull'andamento di "Cambio" e "Canzone", l'asterisco lucente di "Caruso", il "Banana Republica tour" diviso con l'amico Francesco De Gregori, la scommessa vinta dell'accoppiata nata intorno all'intesa totale verso il ragazzo di Monghidoro, "Gianni Morandi".

Lucio Dalla non solo autore di un repertorio senza confini, ma istigatore ironico nelle pagine di "Bella la vita", ritratto editoriale dove disegna bozzetti di esistenza umana, l'ironico conduttore televisivo di "La Bella e la Bestia", show del. sabato sera su Rai1, affiancato da Sabrina Ferilli, istrione nel reinventare il suo repertorio in chiave jazz, trascinando sul palco Stefano Di Battista e Nicky Nicolai.

"Presente ed Invisibile", non è una raccolta discografica, né un viaggio editoriale a posteriori, è il nostro cortometraggio sul "Federico Fellini" della musica Italiana, che ha staccato la spina il 1° marzo del 2012, dopo un concerto a Montreux in Svizzera, con la solitudine dei numeri uno.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: