Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Jovanotti lancia il Jova Beach Party 2022, ma in Sicilia non c'è una spiaggia adatta a ospitarlo!

ll cantante: «Vorremmo venire nell'Isola, quindi se qualcuno riuscisse a trovare il litorale giusto, ci faccia sapere subito»

Di Simone Russo

Parte la seconda era del Jova Beach Party. Dopo il successo del 2019, la prossima estate vedrà Jovanotti nuovamente protagonista nelle spiagge italiane. Purtroppo, anche per questa seconda edizione non farà tappa nella nostra isola. La Sicilia non sarà protagonista di questi concerti-eventi nonostante i suoi 1.500 chilometri di costa. Ed è lo stesso Lorenzo a spiegare perché.

Pubblicità

«Vorremmo venire in Sicilia – dice Jovanotti – ma non c'è una spiaggia adatta alle nostre esigenze. Per ospitare il Jova Beach Party c'è la necessità di una spiaggia grande come tre campi da calcio di fila. Avevamo trovato due spiagge nella zona di Agrigento, ma non è possibile a causa dei problemi logistici. Per accedere in queste spiagge – continua Jovanotti – ci sono delle stradine troppo strette e inadatte. Per circa 50 km, infatti, ci sono strade ad una sola corsia e comunque non in grado di poter ospitare due sensi di marcia contemporaneamente. Il Jova Beach Party è un evento molto grande e prevede circa 50mila persone in spiaggia, senza lo spazio adatto e le infrastrutture adatte purtroppo non possiamo venire in Sicilia. Sia nel 2019 che adesso, abbiamo fatto di tutto per cercare una spiaggia siciliana adatta alle nostre esigenze, purtroppo non c'è. Se qualcuno riuscisse a trovarla, ci faccia sapere subito che veniamo con immenso piacere. Avremmo voluto portare la nostra festa anche in Sicilia. C'è bisogno, però, di garantire la massima sicurezza per i flussi in entrata e in uscita».

 

Stamattina, a Milano, Jovanotti, in occasione dell'uscita del suo nuovo singolo “Il Boom” ha presentato la seconda edizione del “Jova Beach Party”. «Sarà una festa – dice il “ragazzo fortunato” - dopo un tempo molto difficile, c'è tanta voglia di rimetterci in moto. La nostra volontà c'è e siamo pronti a rispettare tutte le leggi, le disposizioni e le normative. Però – precisa Jovanotti – questi dodici appuntamenti si devono svolgere con una capienza al 100% e senza l'uso della mascherina. Se così non sarà, non potremmo realizzare il Jova Beach Party. Noi ci siamo, la nostra volontà c'è. Siamo ponti a condividere con il nostro pubblico una festa in spiaggia con tre palchi e tanta musica».

 

 

«Il Jova Beach Party – continua Jovanotti – non è un format ma uno sformat. La musica è il cuore di tutto, c'è tanta voglia di ricercare la qualità e l'atmosfera giusta. Il Jova Beach Party è una roba da matti. Chi non c'è non potrà mai capire che esperienza sia. Che botta di vita è. Il Jova Beach Party è una pazzia totale. Un qualcosa che entra sotto la pelle della gente presente in spiaggia. Dopo questo periodo di fermo, abbiamo bisogno di riscoprire il nostro corpo. Quando abbiamo finito il tour del 2019, abbiamo capito che non era la fine, bensì era l'inizio. Avevo la voglia che la cosa continuasse. Purtroppo ci siamo dovuti fermare, ma adesso sono pronto a rivivere questa festa fatta di amore, follia, corpi, emozioni, musica, aria e ritmo».

Il tour del Jova Beach Party inizierà il 2 luglio da Lignano Sabbiadoro e continuerà fino al 10 settembre all'aeroporto di Milano. Toccherà anche Marina di Ravenna, Aosta, Albenga, Marina di Cerveteri, Barletta, Fermo Roccella Jonica, Asto, Castel Volturno e Viareggio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: