Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Katia Follesa torna con la sua «Social Family - Stories di famiglia»

L'attrice e conduttrice comica a partire dal 12 dicembre sarà protagonista con il marito Angelo e la figlia Agata di una docu-comedy su Real Time

Di Redazione

Un rocambolesco trasloco in villetta, che inizia subito in salita: «Di chi saranno gli scatoloni arrivati e, soprattutto, dove saranno i nostri?». Ma anche nuovi progetti imprenditoriali per Angelo. L’adolescenza di Agata. E un evento di quelli che impegnano tutta la vita: il matrimonio. Non solo Ferragnez, per Natale torna in tv anche la famiglia tutta da ridere dell’attrice e conduttrice Katia Follesa, con il compagno Angelo Pisani e la loro figlia Agata, protagonisti della seconda stagione della docu-comedy «Social Family - Stories di famiglia». In programma, venti nuove puntate prodotte da Banijay Italia per Discovery Italia, al via con uno speciale appuntamento domani alle 21.20 e poi dal 13 dicembre, dal lunedì al venerdì, alle 18-20 su Real Time. 

Pubblicità

 «Vi assicuro, quelli siamo veramente noi - dice la Follesa all’ANSA -. Raccontiamo la vita quotidiana di una famiglia reale. Ci ritroverete più grandi e maturi, soprattutto Agata che nel frattempo ha compiuto 12 anni. Ma sempre pronti a farvi ridere. Questa volta, poi, non solo ci siamo trasferiti in una casa più grande, ma accoglieremo anche molti amici vip». In arrivo, infatti, Alessia Marcuzzi, Nina Zilli, Giorgia, J-Ax, Enzo Miccio, Marki Ramones e anche il mago dei tutorial tecnologici Salvatore Aranzulla. 
 La nuova stagione riparte lì dove li avevamo lasciati, con Katia alle prese con l’organizzazione di un evento importante: il matrimonio con Angelo. Nel frattempo, Agata ha iniziato le scuole medie, ma pensa già al suo futuro da attrice. E si prepara ad affrontare la prima cotta, cosa che metterà a dura prova la gelosia di Angelo. «Agata, nonostante l’adolescenza è bravissima - prosegue la Follesa - Alla sua età io ero molto più ribelle e testarda. Lei invece è sensibile, riflette e comprende molto. Quindi, poi, qualche scivolone da adolescente lo perdoni, come quando non accetta il confronto e parte in quarta a dire la sua. Ecco, lì, le mamme possono capirmi, devi tirare fuori tutta la calma di cui sei capace, respirare e aspettare. Però - sorride - se devo fare il paragone con me, lei è da Oscar. Io, alla sua età, nemmeno la comparsa». 

E mentre con il 2022 si attende il suo ritorno alla guida di "D’amore e d’accordo", lo show di Real Time che mette alla prova tre coppie a suon di domande, dal 16 dicembre la Follesa sarà nuovamente in teatro, sempre con il compagno Angelo, in «Finché social non ci separi» (tournée al via da Taranto e poi fino ad aprile anche a Lecce, Milano, Firenze, Torino, Bologna, Genova). Ma vivere e lavorare, sempre in coppia, come si fa? «E' una gioia, ma c'è bisogno anche di ritagliarsi i propri spazi - risponde lei - Noi siamo molto liberi in questo, ci capita anche di fare viaggi da soli. Mi rendo conto che spesso sono io a dettare i ritmi della famiglia, perché sono quella che va più in giro. Quando torno sono assalita, tra mia figlia che vorrebbe recuperare il tempo perso e fare settemila cose in un pomeriggio e Angelo che, giustamente, ne approfitta per tutto ciò che ha messo in stand by. La mia grande fortuna è che siamo completamente interscambiabili come genitori. Anzi, lo siamo stati talmente tanto, che a un certo punto Agata ha scambiato il papà per la mamma». 

A marzo su Amazon Prime arriverà la seconda stagione di Lol Chi ride è fuori, che la Follesa «rischiò» di vincere, battuta sul filo della risata da Ciro Priello dei The Jackal. «Eravamo chiusi in casa con comici di serie A - racconta - Ricordo che stavo seduta sul divano, mi giravo e mi ritrovavo Lillo alle spalle con quegli occhi… Impossibile non ridere. La mia tecnica: continuare a riempirmi la bocca di cibo per mascherare ogni accenno di sorriso. Tra ridere e far ridere? No - conclude - per me è molto più difficile riuscire a non ridere». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: