Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Tagliato il film di Camilleri, il regista: "Per dare spazio a Porta a porta". Vespa: "Falso, non ne so nulla"

Ieri sera su Rai1 tagliato il finale de "La stagione della caccia" dai romanzi storici dello scrittore. Il direttore Coletta: "Errore materiale, il film sarà riprogrammato"

Di Redazione

 Il regista Roan Johnson è furibondo è commenta sui suoi profili social sia Facebook e Twitter il taglio del film, passato ieri in replica sulla rete ammiraglia la Stagione della caccia (del ciclo C'era una volta Vigata), dai romanzi storici di Andrea Camilleri. «Come si fa a commentare il fatto che in prima serata su Rai1 un film venga tagliato a 15 minuti dalla fine perché - immagino eh - Porta a Porta sennò va troppo in là? Come si fa a scusarsi con gli spettatori, con tutti quelli che hanno lavorato al film e con Camilleri? Forse La Stagione Della Caccia dovrebbe essere aperta per trovare il responsabile in Rai (che a mio parere è la prima ad essere stata danneggiata ieri sera). 
 Da segnalare che il film ha conquistato 2.804.000 spettatori pari al 13.3% di share mentre Il richiamo della foresta su Canale5 ha convinto 2.851.000 spettatori pari al 13.9% di share. 

Pubblicità

«Solo persone profondamente incompetenti o in clamorosa malafede possono immaginare che io abbia l’autorità o la semplice intenzione di tagliare il programma che precede Porta a porta per andare in onda in anticipo». Così Bruno Vespa risponde a Roan Johnson.
 «Spiace vedere tra queste anche il regista del film di Camilleri, Roan Johnson. Bastava che Johnson telefonasse al produttore Carlo degli Esposti che mi ha chiamato amichevolmente di prima mattina per sapere che cosa fosse successo. E ovviamente - conclude Vespa - gli ho risposto che non ne sapevo niente. Aggredire un professionista prima di avere un briciolo di informazione dimostra lo stato selvatico al quale purtroppo si è ridotta tanta gente».

«Ieri sera non mi trovavo davanti alla tv, il film "La stagione della caccia" del ciclo C'era una volta Vigata di Camilleri è stato interrotto a 10 minuti della fine. Si è trattato indubbiamente di qualcosa di sgradevole, e irrispettoso nei confronti della platea televisiva di Rai1 - commenta il direttore di Rai1 Stefano Coletta - Appena sono stato informato ho chiesto scusa stamattina al produttore Carlo degli esposti e successivamente al regista. Si è trattato di un incidente pratico materiale che ha delle responsabilià non doveva accadere, ma può capitare quando i sistemi sono informatizzati un mix di errori. La prima decisione che ho pero è di riprogrammarlo essendo tra l’altro un prodotto di altissima qualità, entro dicembre che si presta anche come mese visto il periodo delle festività. A nome della Rai, della rete che dirigo, e anche di chi ha commesso questo errore chiediamo ancora scusa ma sono errori che possono accadere, anche se non devono succedere, dispiace davvero tanto». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA