Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Un anno senza Franco Battiato: tante iniziative per ricordare il Maestro

Concerti e documentari in onore dell'artista scomparso a Milo il 18 maggio dello scorso anno

Di Betta Andrioli

 A un anno dalla scomparsa (18 maggio), Franco Battiato viene ricordato con affetto e la sua presenza è pulsante più che mai nel panorama artistico-culturale italiano: Rai Documentari gli dedica una prima serata con "Il coraggio di essere Franco", in onda il 18 maggio su Rai 1, mentre Note di passaggio" è il titolo dell’iniziativa-omaggio che si terrà a Milo da mercoledì 18 a domenica 22 maggio, per iniziativa del Comune con il patrocinio dell’assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana della Regione Siciliana e in collaborazione con il Centro Studi di Gravità Permanente, l’associazione turistica Pro Loco Milo e l'istituto Michele Amari di Giarre. In libreria, e in edicola con il Fatto Quotidiano, i fan possono anche trovare "E ti vengo a cercare - Voli imprevedibili e ascese velocissime di Franco Battiato" di Andrea Scanzi (edizioni PaperFirst).

Pubblicità

Il 18 maggio un grande tributo al Teatro Antico di Taormina dal titolo Ciao Franco... Over and over again, Franco Battiato, all’anagrafe Francesco Battiato, nato a Ionia il 23 marzo del 1945 e morto a Milo il 18 maggio 2021, è stato un musicista tra i più influenti degli ultimi cinquant'anni in Italia, capace di farsi apprezzare da più generazioni per i molteplici stili musicali. Dopo l’iniziale fase di musica leggera della seconda metà degli anni sessanta, è passato al rock progressivo e all’avanguardia colta nel decennio seguente, con successo in Italia e all’estero. Dall’album "L'era del cinghiale bianco" del 1979 si è allontanato dalla musica sperimentale ed è passato ad un personalissimo pop d’autore. È l’inizio delle vendite da record: milioni di copie - in particolare nel 1981 con "La voce del padrone" - con testi criptici, citazioni, influenze new wave ed incursioni musicali classiche

Nell’arte, e nella vita, Battiato ha avuto due grandi alleati: il maestro, compositore e violinista Giusto Pio dal 1976 fino all’ultima apparizione a Sanremo 1999, ed il filosofo Manlio Sgalambro, suo coautore e autore di molti testi, da "L'ombrello e la macchina da cucire" del 1995 all’album "Apriti sesamo" del 2012. Le tematiche nella musica di Battiato hanno accarezzato l'esoterismo e la teoretica filosofica, la mistica sufi e la meditazione orientale. Si ricorda, tra novembre 2012 e marzo 2013, la sua esperienza come assessore al turismo della Regione Siciliana, nella giunta di centrosinistra del presidente Rosario Crocetta, svolta senza ricevere alcun compenso. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA