Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Verga: per i 100 anni dalla morte, la Cavalleria Rusticana torna a casa

Con la regia di Alfonso Signorini e la direzione d’orchestra di Marcello Mottadelli, la riproposizione dell’atto unico mascagnano vedrà protagonisti Anastasia Boldyreva, Marco Berti, Christian Federici, Sabrina Messina, Agostina Smimmero e con Orchestra, Coro e Tecnici del Teatro Massimo Bellini.

Di Redazione

Piazza Umberto I a Vizzini (Catania), sabato prossimo alle 21, diventa il palcoscenico di un’inedita «Cavalleria Rusticana» con la regia di Alfonso Signorini e la produzione del Teatro Massimo Bellini di Catania.

Pubblicità

Ma ci sarà anche un momento formativo, nel pomeriggio, con la presenza degli artisti, che tratterà della fortuna della novella verghiana che, da opera verista, diventa melodramma. Sono due delle iniziative previste all’interno del progetto di valorizzazione di Giovanni Verga, il grande scrittore siciliano di cui quest’anno ricorre il centenario della morte. 

Le celebrazioni sono state fortemente volute dall'assessore dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, Alberto Samonà, che, attraverso un comitato scientifico nazionale e con la Soprintendenza di Catania, diretta da Irene Donatella Aprile, in qualità di stazione appaltante e di coordinamento, ha messo in piedi un cartellone di iniziative per promuovere la figura del grande scrittore verista a 100 anni dalla morte attualizzando la forte capacità innovativa del suo tratto creativo.

L'opera di Pietro Mascagni su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menaschi, ispirata alla novella di Giovanni Verga è uno degli appuntamenti di punta di quest’anno speciale. Con la regia di Alfonso Signorini e la direzione d’orchestra di Marcello Mottadelli, la riproposizione dell’atto unico mascagnano vedrà protagonisti Anastasia Boldyreva (Santuzza), Marco Berti (Turiddu), Christian Federici (Alfio), Sabrina Messina (Lola), Agostina Smimmero (mamma Lucia) e con Orchestra, Coro e Tecnici del Teatro Massimo Bellini.

«E' un ritorno a casa per Cavalleria Rusticana perché sarà ambientata proprio nei luoghi in cui è nata dalla penna di Verga, un privilegio che mi ha fatto abbracciare con entusiasmo questo progetto - spiega Signorini - Basta dare un’occhiata e ogni pietra ricorda una storia, si sente lo spirito di Verga e della sua letteratura, e dunque, sarà facile ambientare quest’opera meravigliosa, senza stravolgimenti, perché penso che nulla sia più contemporaneo della classicità».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA