Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Un successo l'opera tango di Piazzolla alla Villa Bellini di Catania

Una serata che ha celebrato  il centenario della nascita dello straordinario compositore argentino

Di Redazione
Pubblicità

Il capolavoro di Astor Piazzolla, MARIA DE BUENOS AIRES, ha travolto, è proprio il caso di dirlo, con i suoi ritmi argentini il cuore verde della città di Catania, il Giardino Bellini. Ritmi travolgenti, sonorità argentine, passi di tango e scroscianti applausi sono stati gli ingredienti dell'ulteriore successo firmato Festival Lirico dei Teatri di Pietra con la rappresentazione della più celebre opera tango di Astor Piazzolla, Maria de Buenos Aires, per celebrare il centenario della nascita del compositore argentino.

 

Un'orchestra Filarmonica della Calabria in stato di grazia con l'energica, attenta e passionale direzione di Filippo Arlia, ha supportato le meravigliose voci soliste del Payador, Alberto Munafò, e di Maria, figura interpretata da Cecilia Suarez Paz. Maria vive, muore e risorge nelle sue spoglie teatrali per continuare a narrare le gesta di una tragedia mortale, terrena come molte di quelle che la cronaca di continuo restituisce a un pubblico mai stanco di vivere la catarsi della perdizione, del tormento, della redenzione.

 

La profonda e viscerale voce narrante di Alessandro Haber, nei panni del Duende, surreale elfo presente nel libretto originale di Horacio Ferrer, ha arricchito l'inedito allestimento, con la regia di Giandomenico Vaccari, che per la prima volta ha reso l'opera tango di Piazzolla un'autentica "opera lirica" da ascrivere di diritto nel repertorio che ogni Teatro deve necessariamente praticare; non solo musica, non solo tango, ma pura poesia ed estasi sognante.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità