Notizie Locali


SEZIONI
°

CALCIO

Cianci regala vittoria e speranza al Catania: con un gran gol piega l’Avellino e fa esplodere il Massimino

L'attaccante decide la gara d'andata dei quarti di finale dei play off. Ora i rossazzurri hanno a disposizione due risultati su tre per passare il turno

Di Giovanni Finocchiaro |

Con un gran gol di Cianci il Catania batte l’Avellino nell’andata dei quarti di finale dei playoff di Serie C e si regala la speranza di passare il turno sabato in Irpinia. Grazie al gol dell’attaccante il Catania avrà a disposizione due risultati su tre: con vittoria e pareggio passa il turno e va in semifinale, se perde è fuori.

Il gol di Cianci fa sobbalzare il Massimino: è la speranza che il Catania si porterà sabato in Irpinia dopo aver battuto, contro ogni previsione di tanti addetti ai lavori, un Avellino pimpante, riposato, favorito da classifica e tasso tecnico superiore. Eppure il cuore rossazzurro è andato oltre l’ostacolo di un pareggio che avrebbe dato poca linfa in gara 2.

Rosso, anzi no

Il match potrebbe cambiare storia dopo solo un minuto, quando l’arbitro espelle prima Cancellotti (fallo su Di Carmine da ultimo uomo) poi controlla al Var e tramuta il rosso in giallo. Il Catania pressa per 15′, poi emerge il fraseggio dell’Avellino, interrotto dal tentativo di Tello (29′) deviato in angolo. I rossazzurri non arrivano sulle seconde palle irretiti dalla maggiore vitalità degli irpini. Anzi, prima del riposo il tiro di Sgarbi viene deviato in angolo da Furlan che, meno male, è ben piazzato. Il Catania recrimina per il tentativo di Zammarini respinto sulla linea da Patierno.

Girata vincente

Nella ripresa, dopo quasi 20′ la girata di Di Carmine è fuori misura di poco. Entrano Ndoj e Kontek in mediana, Marsura sulla fascia sinistra per conquistare metri e non rischiare nella fase di filtro.Proprio da Marsura parte l’azione che porta alla girata vincente di Cianci oltre il 20′ s.t. Il cannoniere rossazzurro non perdona, Ghidotti si tuffa tardi e il Catania è in vantaggio tra i boati del pubblico. Entrano Celli su Castellini e Chiarella su Cianci. Zeoli cerca forze fresche per confezionare il bis che non arriva anche perché l’arbitro fischia la fine col Catania lanciato in contropiede.

Il tabellino

CATANIA-AVELLINO 1-0

MARCATORI Cianci al 26′ s.t.

CATANIA (3-5-2) Furlan 6; Monaco 6, Quaini 6,5, Castellini 6 (dal 34′ s.t. Celli s.v.); Bouah 6, Tello 5,5 (dal 17′ s.t. Kontek), Welbeck 6, Zammarini 5,5 (dal 17′ s.t. Ndoj 6), Cicerelli 5,5 (dal 7′ s.t. Marsura 6); Di Carmine 5, Cianci 7 (dal 34′ s.t. Chiarella s.v.).

(Albertoni, Donato, Rapisarda, Sturaro, Haveri, Chiricò, Costantino). All. Zeoli 7.

AVELLINO (3-5-2) Ghidotti 5,5; Cancellotti 5,5 (dal 1′ s.t. Rigione 6), Cionek 6, Frascatore 6; Ricciardi 6,5, De Cristofaro 6,5, Armellino 6, D’Ausilio 6 (dal 25′ s.t. Rocca 6), Liotti 6,5 (dal 25′ s.t. Tito 6); Sgarbi 6 (dal 34 s.t.. Gori s.v.), Patierno 6 (dal 34′ s.t. Russo s.v.).

(Pane, Pezzella, Mulè, Tadeo, Varela, Palmiero, Pezzella, Dall’Oglio, Tozaj, Marconi). All. Pazienza 6.

ARBITRO Crezzini di Siena 5,5.

NOTE Spettatori 18.523, incasso nc. Ammoniti Cancellotti, Cicerelli. Cionek, Monaco, Quaini.Angoli 7-7.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati