Notizie Locali


SEZIONI
Catania 33°

Sport

Catania Calcio a un bivio: cessione del club e calciomercato le due priorità per restare “vivi”

Di Andrea Cataldo  |

Catania – Ultime ore di questo 2019, e poi sarà il nuovo anno. Anno che i tifosi del Catania si augurano possa essere caratterizzato da buone notizie che riguardano soprattutto la vita del club. Vi stiamo raccontando in questi mesi delle difficoltà economiche che vive la società rossazzurra, e allora diventa fondamentale per la sopravvivenza della matricola 11700 che la gestione del club possa avere una continuità operativa.  Bisogna scongiurare un fallimento societario, che invece si augurano gli sciacalli che vogliono poi farsi avanti e contrattare con condizioni ben differenti, e allora tutte le strade conducono ad un’unica soluzione: la vendita. 

La pista più battuta

L’interesse da parte del gruppo Follieri pareva la classica fake news da “Lercio”, destinata a dissolversi in fretta come fa la neve al sole, invece con il passare dei giorni l’imprenditore foggiano, che vanta un passato nebuloso, ha continuato a lavorare sotto traccia. Le conferme sono arrivate dalle parole dello stesso Ad del Catania Pietro Lo Monaco che ha confermato, ai microfoni di Radio Sportiva, l’interesse da parte del gruppo di Follieri. Certo, ancora non sono stati mossi grandi passi, ma di fatto pare sia l’unica vera pista battuta che conduce verso… Torre del Grifo. 

La possibile alternativa

Lo stesso Lo Monaco ha smentito qualsiasi altra strada percorribile, anche se, ed è notizia degli ultimi giorni, pare che sia sorto improvvisamente l’interesse da parte di una nuova cordata di imprenditori locali. Stando a quanto espresso infatti dall’Assessore allo sport del Comune di Catania Sergio Parisi, pare che un gruppo di imprenditori e professionisti stiano cercando di trovare le condizioni per salvare la matricola e mettere in piedi un progetto serio e di lungo respiro. L’amministrazione comunale etnea si è intestato il compito di vigilare sulle trattative in atto e su quelle future, con l’obiettivo di garantire che chiunque si avvicini al club mantenga serietà e solidità, vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni. 

La nota del Calcio Catania

La sensazione è che a partire dal 3 gennaio si possa smuovere qualcosa di più importante. Intanto ieri il club rossazzurro ha diffuso una nota che ha smentito categoricamente un’ipotetica udienza, prefigurata da una testata giornalistica, che avrebbe dovuto tenersi martedì 7 gennaio 2020, nella quale si sarebbero dovute decidere le sorti del club catanese. Il Calcio Catania ha anche precisato che l’udienza citata è relativa all’ammissione della società Meridi alla procedura di amministrazione straordinaria, confermando che «alla scadenza del 16 dicembre 2019 il Calcio Catania ha regolarmente corrisposto tutti gli stipendi e le imposte dovute. – inoltre si legge dalla nota – È stata anche rispettata la scadenza del pagamento della seconda rata della “rottamazione” e di tutti gli adempimenti fiscali. Non vi è dunque alcuna udienza, né il 7 gennaio 2020 né in altra data, che riguardi la società». 

Il punto sul mercato

Dopo la pubblicazione degli ormai noti messaggi d’auguri inviati ai propri calciatori da parte della dirigenza rossazzurra, con i quali si evidenziava la situazione finanziaria del club, alcune squadre di B e C hanno bussato alla porta di Torre del Grifo per trattare l’acquisto di alcuni giocatori. L’obiettivo primario è ridurre il monte ingaggi, così sono iniziate le trattative in uscita. Lama e Rossetti hanno già salutato, il prossimo potrebbe essere Lodi, il suo agente è all’opera per cercargli un nuova sistemazione. Curiale piace a Ternana e Gubbio, e su Sarno, nonostante l’infortunio che lo ha tenuto fermo a lungo, pare ci sia la Salernitana. Esposito piace al Fano, Calapai lo voglio in tanti, a partire dalla Ternana, che è interessata anche a Silvestri. L’Avellino ha fatto un sondaggio per Rizzo, e il Francavilla per Bucolo. Di Piazza è corteggiato da molti, e Di Molfetta fa gola alla Virtus Verona. In entrata, detto di Manneh che potrebbe rientrare dal prestito, il Catania pare stia valutando se fare arrivare Curcio del Vicenza, Cianci del Teramo e Vicente dalla Juve Stabia.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati