Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

agenzia

L’arbitro Maria Sole Caputi, ‘sul razzismo ci serve una mano’

'Nella mia carriera ho avuto paura per episodi di violenza'

Di Redazione |

MILANO, 14 MAG – “Casi di razzismo? Da ora staremo tutti più attenti nel cercare di rilevare questi episodi, ma abbiamo bisogno di una mano”. Lo ha detto l’arbitro Maria Sole Ferrieri Caputi intervenuta durante “Milano Football Week” organizzata dalla Gazzetta dello Sport. “Violenza contro gli arbitri? Nella mia carriera ho avuto paura anche se fortunatamente non ho vissuto episodi di violenza, ma in prima e seconda categoria il rientro negli spogliatoi coi dirigenti arrabbiati era sempre un momento critico. In quei momenti ho avvertito paura. Ho pensato di smettere? Diverse volte, ma non per violenza ma per parole cattive, che a volte mi hanno fatto più male di gesti fisici – ha proseguito -. Le difficoltà incontrate? Ci sono difficoltà ambientali e difficoltà tecniche. Per le seconde si hanno difficoltà degli altri colleghi maschi che iniziano, imparare ad arbitrare e in più c’è la difficoltà ulteriore che è quella di ottenere prestazioni atletiche a standard richiesti. A livello ambientale c’è sempre stato scetticismo, un retropensiero da parte di tutti, sia all’esterno come spettatori, a volte anche al nostro interno ma per fortuna è cambiato molto”, ha concluso.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: