Notizie Locali


SEZIONI
°

agenzia

Lega di B: Balata, i diritti tv? Vendita sarà per triennio

Dini (Cremonese), 'Vincolo sportivo? E' una riforma devastante'

Di Redazione |

ROMA, 07 DIC – “La commercializzazione dei diritti audiovisivi della Serie B? Si è deciso di procedere alla vendita per un triennio, perché sulla base di valutazioni di estrema attualità rispetto alle grandi competizioni internazionali, riteniamo di dover procedere con un parametro temporale limitato, così da capire come queste vicende si evolveranno nel tempo”. E’ quanto detto dal presidente della Lega Serie B, Mauro Balata, nel corso della conferenza stampa post-assemblea di oggi. Un altro tema molto dibattuto è stato la riforma del lavoro sportivo, per la quale il calcio cadetto richiede delle misure correttive urgenti. Il presidente della Cremonese Francesco Dini spiega: “Nel 2021, con il decreto lesgislativo numero 36 che ha riformato il rapporto vincolistico tra squadre e giovani calciatori (che prima prevedeva un rapporto continuativo fino al 19/o anno di età e ora non è più così, ndr), sono stati modificate in modo radicale le regole che regolavano questi rapporti, in un modo devastante”. Questa riforma, secondo Dini, avrà un impatto sociale, “perché tocca calciatori di 14-15 anni, che prima avevano un rapporto con le società, mentre ora li avanno solo con i procuratori, con impatti etici inquietanti”. Da qui la scelta di rivolgersi alla Federcalcio “per aprire un tavolo così da analizzare le nostre proposte, e di intervenire subito con accorgimenti regolamentari che limitino i danni – le parole di Dini – Soprattutto ci rivolgeremo a breve ai Ministri competenti, del Lavoro e dello Sport, oltre che al legislatore, perché bisogna cambiare la norma primaria, che per come è scritta va ad azzerare il settore giovanile italiano”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: