Notizie locali
Pubblicità

Sport

Australian Open: 5 azzurri approdano al secondo turno, ma l'avolese Caruso è subito fuori

Il tennista siciliano, "ripescato" in tabellone dopo l’esclusione di Novak Djokovic, si è arreso all’esordio al serbo Miomir Kecmanovic

Di Redazione

 Italtennis subito protagonista agli Australian Open, primo Slam del 2022 (montepremi 54,2 milioni di dollari) in corso sul cemento di Melbourne Park nella metropoli australiana. Archiviata (si fa per dire) la vicenda legata a Novak Djokovic, arrivano i primi verdetti dal campo: sono cinque in totale gli azzurri che accedono al secondo turno dopo la prima giornata di incontri. Innanzitutto, buona la prima per Matteo Berrettini. In campo nonostante il mal di stomaco, con tanto di ringraziamenti finali all’Imodium, il 25enne tennista romano, n.7 del ranking e del seeding, ha sconfitto all’esordio per 4-6 6-2 7-6(5) 6-3, dopo una battaglia di tre ore e dieci minuti, lo statunitense Brandon Nakashima, 20enne californiano di San Diego, n.68 Atp, al debutto assoluto a Melbourne, mai affrontato prima in carriera dall’azzurro. Berrettini troverà al secondo turno lo statunitense Stefan Kozlov, n.169 del ranking, in tabellone grazie ad una wild card, che si è imposto per 7-5 6-3 6-4 sul ceco Jiri Vasely.

Pubblicità

Anche Lorenzo Sonego supera il primo turno. Reduce dai quarti a Sydney, il 26enne tennista torinese, n.26 Atp e 25esima testa di serie, si è imposto come lo scorso anno all’esordio sull'americano Sam Querry, n.110 del ranking, battuto in tre set con il punteggio di 7-5 6-3 6-3. Niente da fare, invece, per Fabio Fognini e Salvatore Caruso. Il 34enne di Arma di Taggia, 32 Atp, è stato battuto per 6-1 6-4 6-4, in poco più di un’ora e tre quarti, dall’olandese Tallon Griekspoor, 25enne di Haarlem, n.62 del ranking, che giocava solo per la seconda volta lo Slam Down Under. L'azzurro ha chiesto un medical time out per un problema alla spalla destra, massaggiata a lungo dal trainer.

Subito fuori anche Caruso. Il 29enne tennista di Avola, n.146 del ranking, "ripescato" in tabellone dopo l’esclusione di Novak Djokovic, si è arreso all’esordio al serbo Miomir Kecmanovic, n.77 del ranking, vincente con il punteggio di 6-4 6-2 6-1 in un’ora e 57 minuti di gioco. Non steccano lo spagnolo Rafael Nadal e il tedesco Alexander Zverev, che però deve sudare per piegare il connazionale Daniel Altmaier.

Nel tabellone femminile avanzano Camila Giorgi, Lucia Bronzetti e Martina Trevisan. Dopo quasi tre mesi di assenza dal tour Giorgi è rientrata da rotagonista. La 30enne di Macerata, n.33 del ranking e 30 del seeding, ha liquidato per 6-4 6-0, in appena un’ora e dodici minuti di partita, la 20enne russa Anastasia Potapova, n.68 Wta, mai affrontata prima in carriera. Al secondo turno l’azzurra troverà dall’altra parte della rete la ceca Tereza Martincova n.47 del ranking, che si è imposta per 7-5 6-2 sulla statunitense Lauren Davis.

Bravissima Bronzetti, promossa dalle qualificazioni e per la prima volta in gara nel main draw di uno Slam. La 23enne di Villa Verucchio (Rn), n.142 Wta, ha battuto in rimonta per 3-6 6-2 6-3, in un’ora e 49 minuti di gioco, l’altra russa Varvara Gracheva, n.78 del ranking. Per lei, ora, la numero 1 del mondo e del seeding, l’australiana Ashleigh Barty. La 28enne tennista fiorentina, n.11 Wta, anche lei qualificata, si è imposta all’esordio per 6-2 6-3, in un’ora ed undici minuti di gioco, sulla lucky loser giapponese Nao Hibino, n.125 del ranking. Ad attenderla, la spagnola Paula Badosa, n.6 Wta ed ottava testa di serie. Esordio amaro, invece, per Jasmine Paolini. La 26enne di Castenuovo di Garfagnana, n.52 Wta, è stata sconfitta per 6-1 6-3, in appena un’ora e dieci minuti, dalla rumena Elena-Gabriela Ruse, n.72 del ranking. (ITALPRESS).
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA