Notizie locali
Pubblicità

Sport

Calcio: Gollini, rimetto maglia viola, da bambino mi lanciò

"A Atalanta e Tottenham cresciuto molto, ma ora forza viola"

Di Redazione

FIRENZE, 15 LUG - "È vero, c'erano altre squadre che si erano interessate, ma per me il posto giusto era Firenze. Sono molto felice di essere qua, era importante tornare in un posto speciale. Avevo voglia di una sfida molto importante e credo che Firenze fosse un posto giusto sia a livello tecnico che mentale. Non volevo una maglia qualunque da indossare: torno dove ho giocato in viola poco più che bambino". Così il neoportiere della Fiorentina Pierluigi Gollini, nel ritiro estivo dei viola a Moena (Trento). Per Gollini, che giocherà con la maglia numero 95, quello alla Fiorentina è un ritorno dopo una stagione nelle giovanili viola. "Tornare mi fa un certo effetto, ho passato solo un anno qua, ma è quello che mi ha aiutato a fare tutti gli step successivi - ha detto Gollini -. L'anno che feci qua fu molto formativo, sono stato molto bene e non a caso sono tornato!". Poi, ancora: "La Fiorentina è una squadra forte, con una grande dirigenza e l'anno scorso ha fatto molto bene. Il fatto di essere stato qua da bambino e di aver vissuto la piazza ha inciso, poi si ambisce sempre di più ma sicuramente rifarei tutto quello che ho fatto". Torna a Firenze dopo anni all'Atalanta: "Il mio addio all'Atalanta non è stato una scelta tecnica ma motivi personali con una persona. Quello che ho fatto l'ho dimostrato sul campo, ho fatto tanta esperienza a Bergamo e posso solo essere grato all'Atalanta - ha sottolineato il portiere - Sono cinque anni che faccio l'Europa, non è un anno in cui ho giocato meno a fare la differenza". Il Tottenham? "In Premier ho avuto un'esperienza fantastica. A volte anche non giocare, se si prende in modo costruttivo, fa crescere. La Premier è un campionato molto difficile, più fisico, mi ha dato tanto".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: