Notizie locali
Pubblicità

Sport

Calcio: Marotta, meno male che ci sono proprietà straniere

'Grande contrazione finanziaria, Serie A a livello più basso'

Di Redazione

MILANO, 30 AGO - "Il calcio italiano era ed è tutt'ora in grandissima contrazione finanziaria. Abbiamo riscritto un modello, visto che per 40-50 anni era di mecenatismo puro, con grandi imprenditori locali che investivano nella squadra per cui tifavano. Meno male che ora sono arrivate delle proprietà straniere, altrimenti il nostro calcio sarebbe stato ancor più in difficoltà". Lo ha detto l'ad dell'Inter Giuseppe Marotta, intervenuto durante l'inaugurazione della fase finale della sessione estiva del Calciomercato all'Excelsior Hotel Gallia a Milano. "Cosa hanno portato? Sicuramente un modello nuovo di business, diciamo americano - ha proseguito -. Hanno portato una mentalità diversa, dove l'aspetto finanziario, economico e della sostenibilità recita un ruolo molto importante. Prendo atto di questo e dico meno male che queste proprietà sono arrivate. Anticipare il mercato invernale durante il Mondiale? Si dovrebbe agire a livello Uefa. È un forte disagio giocare a mercato aperto, con giocatori che magari protestano per le tribune. E lo sarà anche a novembre con due mesi di parziale inattività".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: